Home / Di tutto un pò / A MILAZZO APRE “PUTTEGA”

A MILAZZO APRE “PUTTEGA”

QUESTA VOLTA LA RISCOPERTA DEI GUSTI E’ UNA CERTEZZA!

Iniziative che partono dai giovani. Ecco che qualcosa si muove nel panorama milazzese. E quando le iniziative sposano la tradizione, non mirano solo ad una clientela ben definita, ma guardano lontano. Iniziative dei giovani che interessano anche i meno giovani: sì, è proprio questo l’obiettivo di Marco, un ragazzo di Milazzo che ha le idee chiare. Figlio di uno dei nostri amici, ha avuto la geniale intuizione di presentare la sua iniziativa condensando nel nome del suo locale, sul quale vogliamo scommettere fin da ora che avrà un numero considerevole di estimatori, e non solo di Milazzo, quel che vuole raggiungere. LA PUTTEGA! Cosa significhi, solo chi ha qualche anno in più della media ha potuto indovinarlo! Una semplice unione fra la PUTIA, che non tutti i giovani ricordano; e la BOTTEGA. Come lo stesso Marco ci dice, il richiamo alla tradizione lo si trova fin nel nome del locale: “… la putia di una volta, un luogo di ritrovo dove si mangiava qualche piatto classico della tradizione “povero”, … semplice… con quello che c’era… E bottega perché è qualcosa più vicina ad oggi, un posto dove vai e trovi ancora il calore, l’usanza; al contrario di altre botteghe che hanno ceduto il posto ai supermercati…“.

Un ritorno all’antico? No, semplicemente la scoperta delle tradizioni. Una presentazione di piatti gustosi e probabilmente trascurati dalle grandi cucine. Mettendo da parte l’elaborazione e le presentazioni, che servono solo a conferire un aspetto estetico ma che, in fin dei conti, non riempiono lo stomaco! No, non è Marco Perugini, il giovane talentuoso milazzese a dirci queste cosa, ma siamo noi a farcene carico! Senza tuttavia disprezzare chef stellati e locali cercati sulle guide:

Scoprire i vecchi sapori, rivivere la tradizione della Putìa e della Bottega è stato da sempre il sogno di chi voleva sulla tavola i gusti tradizionali, e non si accontentava delle sofisticazioni e dei surrogati!

Marco Perugini, entusiasta di questa sua nuova idea, non vede l’ora di metterla in pratica! Intanto inonda il suo profilo, sui  social, di foto con pietanze che stuzzicano l’appetito! “… Lavorerò senza un menu, con quello che troverò ogni giorno, con ciò che mi darà la terra, in ogni stagione. E’ difficile spiegarlo a parole, però sono convinto che la mia idea è vincente! L’unione di queste parole, putìa e bottega, significa quello che io voglio fare: tradizione, semplicità, gusto, sapori, semplicità! Il neologismo PUTTEGA è moderno, intrigante, quasi a doppio senso, ed ogni volta che lo pronunci piace“.

 

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.