Home / Sport / ALTRO CHE DISTANZIAMENTO! BOCCA DI ROSA è arrivata a Milazzo!

ALTRO CHE DISTANZIAMENTO! BOCCA DI ROSA è arrivata a Milazzo!

MILAZZO: TUTTI IN CODA PER UN INCONTRO RAVVICINATO DI… 1° TIPO

Lockdown della fase 1, maglie larghe della fase 2, difficoltà a riaprire le attività verso la fase 3, eppure anche a Milazzo alcuni lavori continuano, più o meno in silenzio, a esistere, perché spesso significa sopravvivere.

E’ il caso del mestiere più antico del mondo, e molti si sono chiesti come si sarebbero comportate loro nell’esercizio della professione. Distanziamento o cos’altro? 

Purtroppo esiste un mercato, quello del sesso, che non può conoscere crisi, e non si arresta nemmeno al tempo del coronavirus. Non sappiamo cosa accada in altri luoghi, ma notare file continue, come se fossimo in un supermercato e si attende che uno esca per fare entrare un altro, almeno qui a Milazzo,  ci dovrebbe far riflettere.

Violazioni di norme a parte, voci di popolo che non si smentiscono mai, raccontano di lunghe code per i nuovi appuntamenti, di donne straniere che, probabilmente bloccate in Italia e impossibilitate a rientrare nei Paesi di origine, si “danno da fare” perchè la loro professione non è prevista nei DCPM.

Bocca di Rosa, celeberrima donna di facili costumi resa popolare dal grande Fabrizio De Andrè, è arrivata a Milazzo. O forse lo era già! Lei non ha timore di chi la cerca per poterle chiedere un momento di “relax”. Anche il rischio fa parte del mestiere, per cui è difficile pensare che vengano osservate le… distanze di sicurezza!

Se tanti anni fa andavi alla stazione centrale, o nella zone del porto, a Messina, o nelle famigerate baracche, o in vicolo ragusi a palermo, o in via delle Finanze a Catania, ne trovavi sempre qualcuna ad offrire il suo corpo, ma di questi tempi diventa impossibile un rapporto occasionale.

Meglio mettersi in fila per non perdere il posto? Finiti gli annunci di massaggiatrici sui giornali, si continua il procacciamento nelle piattaforme di chat sul web.

E se si trattasse proprio di MASSAGGIATRICI? E’ forse vietato qualsiasi contatto per curare una lombosciatalgia, una cervicalgia, uno strappo muscolare? Probabilmente non mancheranno mascherina, guanti di lattice, termoscanner… per misurare la temperatura dei clienti…

Ma se a ricevere i poveri clienti, anchilosati e impossibilitati a camminare per la lunga permanenza in casa, e desiderosi di tornare a muoversi liberamente senza accusare contratture muscolari o colpi della strega, dovesse essere Bocca di Rosa, sarebbe opportuno chiedere un elenco dei contatti. Non si sa mai: potrebbe essere, il suo cliente, anche l’inquilino della porta accanto, l’amico inseparabile, il quarto nello scopone scientifico. In caso di contagio, sapere le sue frequentazioni può aiutare anche a limitare la diffusione del coronavirus.

 

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.