Home / Satira / ANGONIA TONO, DAL BIANCO AL NERO…
Italpane

ANGONIA TONO, DAL BIANCO AL NERO…

NGONIA TONOUN COLPO D’OCCHIO, O UN PUGNO NELL’OCCHIO! IL TRIONFO DEL NERO!

Prima che venissero sospesi i lavori per vicende poco chiare, c’era solo una normale striscia di asfalto che delimitava una strada che portava fin dietro la chiesa e che tornava su se stessa. Ci piaceva quella parte rialzata, realizzata con quadrati di marmo, purtroppo lasciata in sospeso per l’interruzione dei lavori. C’erano delle palme piantate. Poi abbandonate e condannate a morte, nonostante gli appelli di NESSUNO TOCCHI CAINO o di AMNESTY INTERNATIONAL… però il comune si dovette sobbarcare ugualmente le spese per la fornitura. Se dovessimo andare a spulciare quanti sono costati gli alberi piantati e immediatamente ammazzati sulla spiaggia di Ponente, dal Tono fino al confine con Barcellona, e nelle altre strade di Milazzo, AMNESTY INTERNATIONAL forse non protesterebbe se venisse chiesta la testa di chi ha provocato e favorito questo sperpero di denaro pubblico… Ma ormai il peggio è stato fatto, e a nessuno importa se il Comune di Milazzo oggi ha difficoltà a fare quadrare conti o a sbrogliare intricatissime matasse! I lavori sono ripresi, ultimati, consegnati, il marmo è scomparso: lo rivedremo su qualche loculo a coprire le spoglie di qualche poveraccio, o ad abbellire qualche cappella gentilizia? Complici le ristrettezze economiche, nulla vieta che venga recuperato e magari rivenduto a qualche altro, ma a noi cosa importa? Abbiamo il nostro bel nero! Un pugno nell’occhio, tutto quel nero; eppure una volta, ai tempi delle adunate oceaniche, il nero andava di moda! Ci è stata riconsegnata la strada che permette di aggirare la chiesetta del Tono! Abbiamo maggiori spazi per parcheggiare, per fare rombare i motori fino in quella piazza, dove pensavamo che ci venisse regalata un’oasi di pace, un paesaggio diverso! Da domani si potrà rimontare il palco per la festa del Tono, anche le bancarelle non avranno difficoltà a occupare quegli spazi segnando con le bombolette i nomi di chi ha diritto, acquisito dalla nascita, di vendere per l’eternità! Tutti ci divertiremo, e saremo felici e contenti!  

Rispondi