Home / Satira / ASSE VIARIO: IL SEMAFORO … FA L’OCCHIETTO

ASSE VIARIO: IL SEMAFORO … FA L’OCCHIETTO

semaforo

IL MALFUNZIONAMENTO DEGLI STESSI POTREBBE ESSERE CAUSA DI INCIDENTI. MA NOI, COME SEMPRE, SDRAMMATIZZIAMO…

I semafori più bizzarri del mondo sono qui, a Milazzo. Verrebbe da chiedersi il perchè di tale appellativo per un semplice regolatore del traffico di tipo automatico, regolarmente sincronizzato secondo certe ipotesi fatte a monte da chi di dovere. Ma perchè mai bizzarro?

Trascurando il fatto che spesso il semaforo è in avaria, si aggiunge che da parecchio tempo (addirittura mesi!) i colori convenzionali che lo caratterizzano (verde, giallo, rosso), ben noti a tutti (o quasi…) lampeggiano tutte le volte che gli automatismi danno ad ognuno di essi il consenso all’accensione. Appare strano che anche il rosso ed il verde lampeggino! Le ipotesi fatte sono tra le più fantasiose: c’è chi ha detto che il tecnico della manutenzione abbia voluto in quel modo lanciare messaggi alla sua morosa che passava in auto, ma non sapendo quali fossero gli orari, ha voluto abbondare, sia per l’andata che per il ritorno! Qualcuno ha detto che il lampeggio è un chiaro alfabeto morse per tutti i radiotelegrafisti che transitano dall’asse viario, per non fare perdere l’abitudine… C’è chi ha voluto dare una proprio interpretazione, ossia rallentare e fare attenzione a chi è sulla strada, collegandola alla frequente presenza dei rom che girano fra le auto incolonnate con il bicchiere in mano, chiedendo ai conducenti un po’ d’acqua per poi annaffiare, loro stessi, le piante trascurate da chi dovrebbe provvedere al mantenimento! I medici in transito hanno fatto la loro diagnosi: indubbiamente si tratta di un tic, che li ha colpiti entrambi, quelli più alti, per lo stress e la tensione accumulata in quanto sono costretti ad inalare i gas di scarico delle auto! Ma l’interpretazione più curiosa è stata data da un nostro amico, il quale ha detto che il verde fa l’occhietto al rosso, che a sua volta risponde. Un caso di innamoramento, che ancora non ha dato alcun frutto; per cui i semafori continueranno a strizzarsi l’occhio in eterno, non potendosi … spostare e incontrarsi per coronare il loro sogno. Non va escluso comunque che chi li ha programmati sia un accanito giocatore di briscola, ed ha voluto trasmettere il segnale dell’asso di denari! Volendo essere più seri, visto che a noi piace sempre scherzare, ci chiediamo a chi spetti un drastico intervento, per l’eliminazione dell’inconveniente che fa sorridere, sì, ma potrebbe essere causa di incidenti. A meno che, ma questo ce lo dovrebbero spiegare, non è stato modificato il codice della strada, come qualcuno, automobilista fra i più scrupolosi, ha chiesto in estate al nostro giornale durante la sua vacanza a Milazzo. E poi dite che non viene nessuno!       

1 Commento

  1. Pasquale Francesco Foti

    Caro Santino, c’è poco da scherzare di fronte alla incuria, negligenza e irresponsabilità da parte di chi è preposto a gestire i semafori. Mi è capitato di essere tamponato in quanto il segnale era spento e io per prudenza ho fermato l’auto e nel contempo venivo sollecitato da altra auto retrostante a proseguire. IL CODICE DELLA STRADA DEVE ESSERE OSSERVATO ANCHE A MILAZZO, E NON DEVE PASSARE LA Legge del “SI SALVI CHI PUO’ “

Rispondi