Home / Comunicati / AUMENTO DELLE TASSE: BOTTA E RISPOSTA FRA PDR E NOI CON SALVINI

AUMENTO DELLE TASSE: BOTTA E RISPOSTA FRA PDR E NOI CON SALVINI

noi con salviniUNA PRESA DI POSIZIONE CHE NON CONVINCE, QUELLA DEL PDR. “NOI CON SALVINI” SPARA A ZERO! 

Riportiamo integralmente il comunicato stampa prot. 329 del 28/8/2015 del comune di Milazzo:

– Il gruppo consiliare PDR di Milazzo ha espresso con una nota la propria posizione in merito alla TARI, la tassa sui rifiuti discussa nella serata di ieri e approvata a maggioranza.

Nel documento i consiglieri facenti capo al gruppo politico hanno fatto appello al “senso civico dei milazzesi per impegnarsi nelle operazioni di raccolta differenziata, favorendo così il processo di compostaggio e riciclaggio dei rifiuti e quindi il minor conferimento di materiale da portare in discarica. Un’azione fondamentale per la diminuzione dell’importo di gestione e smaltimento della spazzatura”. Il gruppo del Pdr ha poi proposto l’istituzione di un Fondo di solidarietà per cittadini svantaggiati e le attività commerciali, “misure per le quali auspicano un interesse massimo da parte dell’Amministrazione, posto che al momento non ravvisano soluzioni alternative che possano comprendere un intervento economico comunale”.

Ci permettiamo fare osservare che il PDR, gruppo di nuova costituzione ma nel quale sono confluiti elementi provenienti da altri partiti o coalizioni, saprà certo che la raccolta differenziata nel comune di Milazzo non dipende solo dal senso civico dei cittadini, ma dalla mancanza di un efficiente servizio che la ditta incaricata della raccolta dovrebbe offrire. La Dusty, giunta a Milazzo per risolvere, finalmente, problemi ritenuti insuperabili, aveva preparato e fatto distribuire anche dei depliants per informare i cittadini dei vari obiettivi che avrebbero dato un aspetto migliore alla città! Purtroppo così non è stato, e oggi le tariffe aumentate sono causa dell’inefficienza e della pessima gestione dell’azienda, oltre che della superficialità degli Organi comunali disposti a soprassedere su servizi non resi ma contenuti in contratto, che ha portato al riconoscimento degli importi delle fatture mai contestate e al pagamento delle stesse! Ci riferiamo allo spazzamento delle strade, al lavaggio dei cassonetti, alla differenziata stessa, che avrebbe certamente fatto scendere, e di molto, il peso dei rifiuti conferiti prima a Mazzarrà Sant’Andrea e poi in provincia di Catania, e non ultimo la pulizia delle strade e dei marciapiedi infestati da erbe e rovi! Il messaggio che il PDR manda ai milazzesi non può trovare accoglimento, alla luce dei fatti! Sarebbe opportuno, se proprio il PDR vuole fare una politica a vantaggio dei cittadini, dopo aver votato per l’aumento delle tariffe, che inviti la nuova azienda che si è aggiudicata l’appalto a fornire un elevato numero di cassonetti per la differenziata! Che si attivi presso gli uffici pubblici esistenti nella città di Milazzo, per ritirare con assiduità i rifiuti differenziati che loro stesso producono (carta in primo luogo); che faccia consegnare contenitori per la differenziata a tutti i pubblici esercizi, evitando il frequente viavai di sacchi neri che contengono lattine di alluminio, cartoni e bottiglie di vetro e plastica, vengono depositati nei cassonetti; che si adoperi per evitare che i supermercati e le attività commerciali trasportino e depositino impunemente i rifiuti differenziabili nei cassonetti a tutte le ore del giorno; e a pretendere sanzioni per chi non osserva le regole previste da un’apposita ordinanza che, ricordiamo, anche se emanata da un altro sindaco, è sempre valida a meno che non venga revocata! Norme semplicissime per il raggiungimento degli obiettivi, che il PDR farebbe bene a far proprie, piuttosto che appellarsi al “senso civico dei cittadini”, scaricando su di loro colpe che devono essere assunte anche dalla classe politica degli ultimi venti anni!

A nome di cittadini che si riconoscono nella nostra sigla, e deprecando un pessimo inizio di legislatura che come biglietto da visita penalizza pesantemente le famiglie, non siamo disposti ad accettare critiche infondate e gratuite, mosse solo per giustificare l’aumento di tariffe che la classe politica non è stata in grado di bloccare, rivolgendosi ai cittadini a suo tempo, e non adesso! Se il PDR si presenta come nuova coalizione, dietro una nuova sigla, non possiamo dimenticare che i suoi aderenti non sono certo nel campo della politica, avendo rivestito, ripetiamo, incarichi pubblici con le passate amministrazioni!

NOI CON SALVINI – Segreteria di Milazzo

Rispondi