Home / Comunicati / BASTIONE, SIMONE MAGISTRI DENUNCIA L’IMMOBILISMO DELLA MAGGIORANZA

BASTIONE, SIMONE MAGISTRI DENUNCIA L’IMMOBILISMO DELLA MAGGIORANZA

simone dueRELATIVAMENTE ALLA SEDUTA DEL CONSIGLIO COMUNALE DEL 12 NOVEMBRE.

COMUNICATO STAMPA

Oggetto: Seduta consiliare del 12.11.2015

Nella seduta di consiglio comunale svoltasi in data 12.11.2015, nell’ambito della quale è stata trattata una mozione proposta dai consiglieri del Gruppo Dem avente per oggetto la situazione della frazione Bastione colpita dai recenti fenomeni alluvionali, si è verificato l’ennesimo smacco  ai danni degli abitanti della stessa. Con la mozione in argomento, – proposta senza alcun preventivo confronto con i rappresentanti dell’opposizione che sarebbe stato ovvio e scontato per argomenti di tale rilevanza che richiederebbero un’azione unitaria del civico consesso -, veniva genericamente richiesto al Sindaco di agire presso il Governo nazionale per la tempestiva dichiarazione dello stato d’emergenza in relazione all’evento del 10 ottobre scorso.

Il Sottoscritto, proponeva degli emendamenti, condivisi dai colleghi di opposizione, volti ad arricchire la stessa mozione e soprattutto ad impegnare l’amministrazione comunale ad azioni dirette e concrete, quali:

1) l’adozione di tutti gli atti di propria competenza volti a garantire l’esenzione dal pagamento di TARI, TASI ed IMU per i mesi di ottobre, novembre e dicembre 2015, nonché per l’intero anno 2016, per i cittadini di Bastione titolari di immobili dichiarati inagibili a seguito dei recenti fenomeni alluvionali;

2) l’adozione di tutti gli atti di propria competenza volti a garantire la dilazione, con contestuale differimento delle rate di pagamento delleimposte TASI ed IMU, per i cittadini di Bastione;

3)il rapido aggiornamento del PRG con l’introduzione di vincoli di inedificabilità assoluta nelle zone, come quelle di Bastione, soggette a rischio idrogeologico ed idraulico;

4) un intervento istituzionale presso le competenti autorità regionali al fine di attivare in tempi brevi, per il tramite del Corpo Forestale Regionale, appositi strumenti di sorveglianza, controllo e monitoraggio costante dello stato dei corsi d’acqua ricadenti nel demanio idrico regionale;

5) un intervento istituzionale presso la Regione Siciliana ed in particolare presso l’Assessorato Regionale alle Infrastrutture e l’Assessorato Regionale Territorio ed Ambiente, al fine di programmare ed attivare in tempi brevi i necessari interventi di messa in sicurezza del Torrente Mela, ed in via prioritaria quello di ripristino integrale degli argini dello stesso.

Ebbene, a fronte della presentazione degli stessi si è diffuso il caos tra i consiglieri della maggioranza i quali solo dopo le indicazioni impartite del Sindaco Formica in camera caritatis, – ed ancora una volta senza nessun confronto con i colleghi di opposizione in spregio ai concetti di partecipazione e collaborazione nell’interesse della città tanto decantati dal signor sindaco in campagna elettorale -, rientravano in aula annunciando con motivazioni a dir poco singolari il voto contrario sugli stessi emendamenti, ritenendoli altresì strumentali.

E’ stata così impedita con il voto contrario della maggioranza consiliare, con alcune debite eccezioni, l’attuazione di misure proposte nell’esclusivo interesse degli abitanti di Bastione sulla sola e semplice motivazione abbastanza evidente della provenienza delle suddette proposte dai banchi dell’opposizione.

Ancora una volta la Giunta Formica e la maggioranza che lo sostiene ha deciso di non decidere.

Il tutto ancora una volta a danno della nostra città…

Milazzo, 13.11.2015

Il Consigliere Comunale

Simone Magistri

Rispondi