Home / Eventi / CARMELA VELARDI, UN COMPLEANNO DA RICORDARE!

CARMELA VELARDI, UN COMPLEANNO DA RICORDARE!

intervistaANCHE L’INTERVISTA PER LA TELEVISIONE, CONDOTTA DA UN INCREDULO FRANCESCO ANANIA

E finalmente siamo arrivati! Traguardo dei 109 anni, missione compiuta. Adesso ci sarà quello dei 110. Con la lode, possibilmente! Questa sera la signora Carmela Velardi era raggiante, non vedeva l’ora di spegnere quella candelina su una torta su cui spiccavano quei tre numeri, 1, 0 e 9. E appena mi ha visto, mi ha abbracciato commossa: “L’aspettavo“, mi ha detto, mentre noi (io, Salvatore Costantino per Radio Milazzo e Francesco Anania, che aveva il compito di intervistarla davanti ad una telecamera) ci siamo sentiti estranei in mezzo a tutte quelle persone che avevano affollato la casa di Pippo Campagna. La figlia Gloria la stava accompagnando nel salone, dove erano pronti gli invitati a questa festa eccezionale, la prima nella nostra città. Abbiamo salito le scale e ci sembrava di andare ad una festa di bambini: palloncini bianchi e rosa sulla ringhiera, altri attaccati alla porta… un modo simpaticissimo di festeggiare quest’evento. “La trovo bene, come sta?” le ho chiesto mentre lei si liberava della figlia che la teneva per il braccio. “Bene, sono tanto contenta… Vede quante persone?“. Ma la sorpresa era nell’aria, e lei non lo immaginava. “Le ho portato la televisione. Questi due signori vogliono parlare con lei…“. “E poi mi vedranno in televisione?” ha risposto lei, su di giri, mentre la figlia maggiore, 84 anni non ancora compiuti (ha tenuto a precisare) si informava per conoscere su quale frequenza avrebbe potuto vedere mamma. “A Campofelice si vede, vero?“. Era arrivata da Campofelice, abbiamo capito… E si teneva stretta la sua mamma, contenta anche lei per la festa che tante persone le stavano facendo! Parte l’intervista, al solito la signora Carmela si mostra molto schietta e imprevedibile, e racconta qualche avvenimento della sua lunga vita. Francesco e Salvatore sono sorpresi della vitalità di questa simpatica nonnina che domina la scena. “Ma lei è stata anche un’attrice?” chiede Francesco. “Ho fatto un film, e con me c’erano anche Modugno, Delia Scala e altri. Io era la mamma di Lucia Bosè!“. Ecco, questo particolare ci mancava, e davanti al microfono la signora Carmela va a ruota libera! Racconta come è stato possibile, parla dei suoi figli, ricorda gli anni difficili della guerra, ci dice del marito che non le faceva mancare nulla… mentre tutti, attorno a lei, stanno in religioso silenzio. Poi Francesco vuole una ripresa mentre la signora si sposta lungo il corridoio… esigenze sceniche, montaggi… o chissà cos’altro, valli a capire questi giovani moderni, vero signora? Lei guarda, e si esibisce in una passeggiata fino al cameraman, decisa, sicura, senza tentennamenti! Francesco la ferma. “Basta così, nonnina, dove se ne vuole andare?“. La signora Carmela ci aveva preso gusto: ci mancava anche la sfilata! E’ il momento delle foto ricordo: le chiedo di farne una io, mi invitano ad abbracciarla. Arriva la sua battuta imprevedibile “Non è che sua moglie è gelosa?“. Proprio non me l’aspettavo. Poi tocca agli altri, fino a quando Big Ben dice stop ed è ora di andare. “E la torta? Devo spegnere le candeline? Proprio ora ve ne andate?” Ragazzi, non stiamo inventando nulla. Aspettiamo il Sindaco, ci dice la nipote, dovrebbe arrivare fra poco. “E perchè ancora non viene? L’anno scorso Carmelo è venuto… “. Salvatore prova a comporre il suo numero, ma Giovanni Formica è impegnato in altra conversazione. Idea: suggeriamo di portare la torta a tavola, e fare la foto di rito. “Dobbiamo rientrare…ci dispiace! Saremmo rimasti volentieri!“. Il nipote si fa largo fra i presenti con una torta a tre piani, colore rosa, con i tre numeri già bell’e sistemati in vetta! Altre foto di rito, con le figlie stavolta, e quindi un soffio, quel tanto che basta per spegnere la candelina. Intoniamo “Tanti auguri a te” e lei ci accompagna… Siamo sbalorditi! E mentre il fotografo ufficiale invita a tenere il tagliatorte sullo strato più basso, e fingere di effettuare il taglio, lei si mostra sorridente e imita l’azione… Ecco fatto, scena girata, altra foto scattata, e abbiamo finito… No, non ancora: qualcuno vorrebbe che ci canti qualcosa. Suggerisce un brano di Gigi D’Alessio. Salvatore Costantino, irriverente, la blocca. “No, proprio quello no!“. Lei condivide: non sarà uno dei suoi preferiti, ce ne saranno stati tanti nella sua vita, e proprio Gigi D’Alessio le dovevano chiedere! Sorride, forse per lo scampato pericolo! Salutiamo tutti, e abbracciamo la nonnina di Milazzo. Lei è contenta, e ce lo dice per l’ennesima volta. Mi saluta affettuosamente, come se fossi uno di famiglia, mi ringrazia, mi chiede quando torneremo. Non possiamo dirle fra un anno. Anche se il tempo per lei sembra essersi fermato, saremo noi ad avere voglia di scambiare qualche parola con questa simpaticissima ed arzilla vecchietta. Magari proponendo di cantare un brano dei suoi tempi. Vi terremo informati!  Ciao a tutti e ancora auguri, nonna Carmela! 

Rispondi