Home / AMBIENTE / Ci allaghiamo, ma non tutti conoscono i motivi! ECCOLI!

Ci allaghiamo, ma non tutti conoscono i motivi! ECCOLI!

LO VOLETE SAPERE COSA ACCADE A MILAZZO QUANDO PIOVE?

SI ALLAGA, direte voi. Dando magari la colpa alle bombe d’acqua, ai violenti acquazzoni, ai temporali fuori stagione, alle condutture che sono intasate di rifiuti, alla malasorte. Anche all’amministrazione in carica, perchè mettere sul banco degli imputati la classe politica, meglio se alla fine del mandato, è una freccia in più nell’arco degli avversari! Non l’assolviamo, che sia chiaro, però riconosciamo che l’attuale amministrazione ha ereditato una situazione difficile, un comune in dissesto, un numero di dipendenti al corrente di ciò che veniva fatto in passato, nel bene o nel male, e che non sempre ha detto tutto quel che sapeva! Non l’assolviamo perchè certi lavori di pulizia delle caditoie vanno eseguiti con cadenza periodica, ma spesso vengono sottovalutati.

Forse Milazzo non si sarebbe allagata?

E’ quello che credono i commentatori che dicono la loro sui social, sotto decine di foto che mostravano la situazione a Milazzo. Purtroppo molti sbagliano, perchè Milazzo è comunque destinata ad allagarsi.

Motivo? E’ sbarrata nello sbocco naturale verso il mare, a levante come a ponente. Muretti separatori che diventano barriere insormontabili, quindi l’acqua non scende verso il mare, ma rimane ad allagare per ore le strade, prima di trovare libere le condutture. Ci sono strade che, a seguito dei lavori effettuati in passato, hanno acquisito una sorta di depressione rispetto alle vie che le circondano. Le pile di scarico lungo le altre strade limitrofe, otturate da detriti, non captano l’acqua piovana, per cui questa convoglia naturalmente verso le zone più basse, e questo spiega l’allagamento di vie del centro. Bisognerebbe sapere quale progettualità è stata adottata alla nuova rete fognaria e se qualche parte di questo impianto non funziona come dovrebbe, vedi i sistemi di spinta delle acque verso il depuratore. Per questo appena piove un po’ più del normale, la rete fognaria esonda trascinando i prodotti nauseabondi sul manto stradale con conseguenze igieniche ipotizzabili.

Ma non è tutto: non va dimenticato che negli anni passati furono presentati i vari progetti, da parte del Genio Civile Opere Marittime e da altri enti successivamente, per l’ampliamento della banchina portuale, ed una copia fu inoltrata al comune per il rilascio del parere di competenza. Evidentemente chi avrebbe dovuto rilasciare il parere non ha capito cosa si voleva realizzare, e non ha saputo salvaguardare la funzionalità delle varie condotte di deflusso delle acque meteoriche esistenti che da sempre avevano funzionato ottimamente.

Chiederete voi: a chi spetta intervenire per evitare questi continui allagamenti?

Facile dire: “A quelli che verranno dopo”. Facile e comodo!

Ma chi ha sbagliato in passato non deve pagare?

Ed allora teniamoci gli allagamenti, o preghiamo che non piova più con la stessa intensità di oggi… Ma mi sembra difficile che questa preghiera venga ascoltata! 

Commenti

1 Commento

  1. È da sempre, che Milazzo e in questa condizione e nessun sindaco e’ stato capace di togliere problema.
    Incapaci ? I cittadini di Milazzo li definiscano loro, perché tutti paghiamo questo problema.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.