Home / Sport / CI AUGURIAMO SOLO CHE NON SIA CAUSA DI QUALCHE INCIDENTE MORTALE…

CI AUGURIAMO SOLO CHE NON SIA CAUSA DI QUALCHE INCIDENTE MORTALE…

MILAZZO, LA CAGNOLINA CONTINUA A VAGARE SULL’ASSE VIARIO

Ci è capitato, fino ad oggi, di vedere “Primula”, la cagnetta ribattezzata con il nome dell’adiacente residence, i cui residenti provvedono a sfamarla, vagare solitaria sull’asse viario.

Vani i molteplici tentativi di recuperarla e  metterla in salvo, ma la cagnetta sembra non farci caso, e non è detto che metta a repentaglio quotidianamente la sua vita per il transito dei veicoli che ad alta velocità passano dal trafficato tratto in cui si trova, tra via San Paolino e l’uscita di via Spiaggia di Ponente. Forse sarà vero il contrario: la sua presenza è un pericolo per la sicurezza della circolazione.

C’è da dire, a onor del vero, che a più riprese anche poco prima del lockdown, Primula aveva richiamato degli interventi tra veterinari e operatori volontari di associazioni animaliste, che mai erano riusciti nel loro intento di metterla “in salvo”, o quanto meno di tutelare gli automobilisti! I promotori di queste iniziative avevano addirittura richiesto la chiusura dell’arteria per riuscire a bloccarla ma la proposta non è stata mai autorizzata, probabilmente perché avrebbe comportato gravi disagi per la circolazione viaria. Ma è meglio chiuderla dopo, quando avverrà qualche incidente, magari mortale, e piangere qualche vita umana?

In ogni caso, Primula è inafferrabile, come un’altra PRIMULA resa popolare dalla storia: Primula Rossa! Riesce sempre a divincolarsi, fuggendo tra le macchine e trovando rifugio nelle sterpaglie, evitando così di farsi prendere, evidentemente a causa di movimenti sbagliati che provocano solitamente questa reazione negli animali. Intanto anche oggi il suo vagare è stato sinonimo di notevole rischio per la sua incolumità e per tutti i mezzi che sfrecciavano sulla carreggiata.

Salvare Primula può diventare la scommessa solidale da vincere per una città in cui non primeggia per la tutela degli animali: salvare gli automobilisti che giornalmente corrono dei rischi non è una scommessa: un dovere! Anzi UN OBBLIGO! 

 
Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.