Home / Un saluto agli amici... / CIAO, MIMMO IANNELLO!

CIAO, MIMMO IANNELLO!

E’ ATTILIO stamattina a chiamarmi: è morto Mimmo Iannello!

Mimmo?

Sì, Mimmo, il fratello di Pasquale… 

La discussione si tronca immediatamente: non mi va di chiedere quando, come, perchè è successo, o di cercare approfondimenti che possano servire a giustificare questa ennesima partenza di “uno di noi”! Mimmo se n’è andato. Punto! Il perchè ce lo chiederemo dopo, ma non servirà a restituirci un amico sincero che stanotte, all’una, ha lasciato per sempre la sua Neli, i figli Samantha e  Francesco, la mamma, i fratelli Pasquale ed Angela, tutti i suoi cari!

Anzi no, proviamo a chiedercelo adesso: perchè anche Mimmo? Perchè questo nuovo lutto per la comunità milazzese, decimata da improvvise partenze, aumentate a dismisura a pochi giorni dal Natale? Perchè è toccato ad un onesto padre di famiglia, garbato, rispettoso, buono, generoso e tanti altri aggettivi che non è difficile trovare per definirlo? E’ sempre il solito libro con meno pagine, giunto improvvisamente alla fine, quando meno uno se lo aspetta? Dobbiamo piuttosto cercare altre cause, improvvisi problemi di salute magari trascurati in una persona meticolosa come lui? O non è forse la volontà divina, se non dobbiamo abbandonarci al fatalismo, che ci impone di accettare con rassegnazione la scelta fatta da chi, lassù, vuole che siano sempre di più i buoni, i migliori, destinati ad entrare nel regno dei Cieli?

Da anni ormai scriviamo un nostro pensiero per ricordare chi ci lascia, e sempre abbiamo trovato una giustificazione, grazie alla fede. Condivisa o meno da chi ci legge, oggi come in passato, trovare rifugio in essa è servito a lenire il dolore per una partenza inaspettata, improvvisa, terribile per una famiglia che perde il suo riferimento.

Ripenso a quanto mi ha detto Attilio, “Mimmo Iannello è morto!“. Ripenso al mio silenzio, all’amara riflessione. Ripenso a quanto, in quegli attimi, mi è passato per la mente: la moglie, la figlia Samantha che aveva lavorato in passato nel mio ufficio, il figlio maschio, Francesco… Ripenso a Pasquale, ad Angela, con cui dialoghiamo spesso su facebook. Ripenso al dolore di una madre anziana che non avrà accanto il figlio… Ripenso alla nostra vita, alla nostra età, ai nostri amici, cresciuti con noi e con i quali abbiamo condiviso i sogni di bambini… Ripenso che quando meno ce lo aspettiamo qualcuno di noi va via, lontano, spesso senza un saluto, senza una spiegazione, apparentemente senza un motivo. Come Mimmo Iannello, che lascia un vuoto immenso, incolmabile, ed un dolore indescrivibile. Ma la nostra fede ci aiuta a pensare che Mimmo sia ancora con noi, a vegliare sui suoi cari, a proteggerli… Ciao, Mimmo, amico mio… un abbraccio!

I funerali di MIMMO IANNELLO saranno celebrati nella giornata di domani, martedì 15 dicembre, alle 15.30, nella chiesa di S. Pietro.  

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.