Home / Eventi / DICIOTTO ANNI PER FEDERICO E RICCARDO GRILLO!

DICIOTTO ANNI PER FEDERICO E RICCARDO GRILLO!

DOMANI, 9 MARZO, FESTEGGERANNO LA LORO MAGGIORE ETA’ I DUE GEMELLI GRILLO! 

Erano raggianti stasera, da Claudio. Capelli, barba da sistemare, shampoo, prima del grande appuntamento! E domani, prima dell’evento, gli ultimi ritocchi, fin dal primo pomeriggio! Federico e Riccardo Grillo, gemelli, figli di Antonino e di Maria Tindara Scolaro, una sorella, Sofia, di qualche anno più grande, nati il 9 marzo 1999, prima della fine del secolo e prima del nuovo millennio, hanno finalmente raggiunto la maggiore età! Un percorso tranquillo, normalissimo, come tutti i ragazzi che non vedono l’ora di diventare maggiorenni ma continuano a vivere la loro vita all’interno della famiglia. Senza sbavature e soprattutto senza dare preoccupazioni ai genitori, conosciuti e stimatissimi, anche loro in fibrillazione per questo traguardo tanto atteso…

Entrambi studenti del Leonardo Da Vinci di Milazzo, hanno precisato che non frequentano la stessa classe e che anche gli invitati sono diversi. “Anche il regalo deve essere diverso” hanno voluto chiarire nella discussione, a chi chiedeva se entrambi, proprio in quella data memorabile, avrebbero ricevuto un unico regalo! Saranno in tanti a festeggiarli allo SHORE di via XX Luglio di Milazzo, dove il divertimento non mancherà, e nessuno avrà da lamentarsi per il menù, abbastanza ricco, che gli stessi neo diciottenni hanno voluto scegliere per intrattenere parenti ed amici…

E poi? Già, poi si riparte per un nuovo giro. Con qualche responsabilità in più, ma senza eccessi e senza trasgressioni, perchè i genitori continueranno ad essere tali, anche dopo il compimento della maggiore età dei figli!

Ma Riccardo e Federico, ragazzi educati, affiatatissimi e molto legati alla famiglia, non sono tipi da avere… grilli per la testa. A dispetto del loro cognome!

Auguri, ragazzi! E divertitevi, perchè i diciotto anni vengono una volta sola… anche se ognuno di noi, già avanti negli anni, pensa di averli fermati!  

Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.