Home / Di tutto un pò / DUE MILAZZESI COINVOLTI IN UN TREMENDO INCIDENTE SULLA ME/PA
Italpane

DUE MILAZZESI COINVOLTI IN UN TREMENDO INCIDENTE SULLA ME/PA

ciccio russoGRAZIE A DIO E A SAN FRANCESCO DI PAOLA, SONO RIMASTI ILLESI E POSSONO GUARDARE CON FIDUCIA AL DOMANI… AUGURI AI NOSTRI AMICI DA PARTE DI TERMINAL E DI TUTTI I LETTORI!

Chi si chiama Francesco, in una città come Milazzo, sa di avere un Santo che lo assiste e lo protegge. Ed ancora una volta il Santo di Paola ha dato prova della sua immensa misericordia e del bene che vuole a chi porta il suo nome e non solo… Questo sabato doveva segnare una giornata serena e spensierata. Ma stava per trasformarsi in una tragedia. E Ciccio, abbastanza conosciuto nella nostra città e molto stimato, che assieme alla sua compagna era partito alla volta di Trapani per partecipare al matrimonio della cugina, deve la vita al Santo che viene venerato a Milazzo, San Francesco di Paola. Durante il viaggio in autostrada, a pochi chilometri da Termini Imerese, la sua auto è stata tamponata violentemente da un altro veicolo, che dopo l’impatto ha proseguito la sua marcia, facendo perdere le tracce. Dopo diversi testa coda, l’auto di Ciccio si è fermata lasciando increduli e frastornati i due occupanti. “Grazie a Dio e ‘o Santu Patri, ossia a San Francesco di Paola, siamo vivi“: così ha detto lo stesso Ciccio. Infatti i due non hanno subito gravi conseguenze e sono stati in grado di chiamare i soccorsi. Sul posto si è recata la Polizia Stradale di Buonfornello, che ha stilato il verbale dell’accaduto. Sono iniziate le indagini per rintracciare l’autovettura investitrice che, a detta di qualche testimone, aveva anche una targa di prova.

Ciccio e la sua compagna sono ricorsi alle cure dei sanitari al pronto soccorso di Milazzo, come lo stesso ha dichiarato.

Una bruttissima avventura, ha ribadito Ciccio, con la serenità che sempre lo ha contraddistinto, che ci vedrà di nuovo insieme, uniti più che mai e pronti ad affrontare ciò che la vita offrirà”. Da parte nostra sentiamo il dovere di fare a Ciccio ed a Maria i migliori auguri. Mentre siamo sicuri che, appena usciti dall’ospedale, si recheranno al Santuario di San Francesco, per il doveroso ringraziamento.

 

Rispondi