Home / Di tutto un pò / …E I NOSTRI SONO ARRIVATI!
Italpane

…E I NOSTRI SONO ARRIVATI!

DEVIAZIONE 1UN MESE E MEZZO… MA NON IMPORTA, OGNI TANTO ANCHE I “NOSTRI” ARRIVAVANO IN RITARDO! MA ALLA FINE VINCEVANO! 

Puntualmente? A dire il vero, NO ! Ci son voluti 48 giorni; fiumi di parole; esortazioni; suggerimenti e pagine intere di TERMINAL prima che il miracolo si compisse. Ma di quale miracolo si sta parlando? Finalmente, quell’idea lanciata di attivare il tratto di Asse Viario col guardrail danneggiato, con unica corsia di marcia verso Milazzo, protetta sul lato destro, che a qualcuno sarà sembrata balorda, è divenuta realtà da oggi pomeriggio. Fa piacere vedere che sono state accolte, una dopo l’altra, tutte le segnalazioni ed i suggerimenti di dettaglio mirati alla eliminazione delle troppe anomalie, insite in quella deviazione, realizzata un po’ “alla buona” e priva di qualunque requisito di sicurezza. Ne sono state prove gli abusi comunque commessi da parecchi indisciplinati ed i pochi inadatti segnali sparpagliati in giro dal vento. Ora vediamo i tanto declamati segnali di preavviso che indicano la distanza – a scalare – rispetto all’inizio del cambio di corsia; i cartelli con i limiti di velocità – pure a scalare –  fino al limite di 30 Km/ora; i cartelli che segnalano il cambio di corsia (portarsi a sinistra); la doppia freccia in corrispondenza alla biforcazione Porto che indica le due direzioni consentite (dx verso il Porto, sn verso Milazzo). DEVIAZIONE 2Ora si può ben dire che la segnaletica è quella dovuta per siffatte deviazioni stradali. Resta la solita perplessità del vento che farà scempio di tanto lavoro ed il dubbio che il cartello che indica la doppia direzione appena citato sia poco visibile perché di dimensioni più piccole di tutta la segnaletica dell’Asse, cioè, fuori norma. Comunque un plauso per avere risolto “una parte” del problema che in questo mese e più ha creato tantissimi disagi alla circolazione sul viale Gramsci e … qualche incidente. Ovviamente restiamo con la certezza che chi di dovere starà studiando la soluzione definitiva per ripristinare il guardrail, mettendolo finalmente a NORMA. Non paghi, ma nell’interesse della sicurezza stradale, confermiamo che non sarebbe superfluo dare corso a quello studio, del quale abbiamo fatto cenno fin dal primo incidente, tendente a valutare il perché tanti incidenti siano accaduti soltanto in corrispondenza a quella curva.

Comunque, complimenti.

Milazzo, 29 febbraio 2016

 

Rispondi