Home / Società / …E L’AUTORITA’ PORTUALE CI CONCEDE UN’ALTRA NAVE!
Italpane

…E L’AUTORITA’ PORTUALE CI CONCEDE UN’ALTRA NAVE!

nave-da-crociera-artania-ff3a3dbd13ec8c08da3139725f30c0e1IL COMUNE DEVE TROVARSI PRONTO, PER “CONFERMARE ALLE COMPAGNIE LA FORTE VOCAZIONE TURISTICA DELLA CITTA'”

“Il Piave mormorava, calmo e placido, al passaggio – dei primi fanti il 24 maggio…”, scriveva E.A. Mario nella sua “leggenda del Piave”, per celebrare l’entrata in guerra dell’Italia. Una data storica, il 24 maggio, e l’Autorità Portuale la festeggia “concedendoci” una nave da crociera, in occasione del 101° anniversario. Che da quella nave scendano i nipoti e i pronipoti di quei fanti in grigioverde ancora non lo sappiamo, ma tutto fa brodo per fare turismo! Infatti all’Autorità pensano che i milazzesi abbiano l’anello al naso o la sveglia al collo, e possano fare salti di gioia per l’arrivo di Mille (che non sono garibaldini) turisti che sbarcheranno dalla nave da crociera (vedi foto) e saliranno sui pullman già commissionati per raggiungere altre mete, per le escursioni già acquistate e pagate. Signor De Simone, ma veramente lei pensa che siamo tanto stupidi da non capire che questa “donazione” non serve al nostro turismo? Lei informa la nostra Amministrazione per programmare! Una programmazione a singhiozzo, ovviamente. Ma data la notizia in pasto ai giornali, non pensa che si scateneranno i commenti più disparati, in larghissima parte negativi, contro il comune di Milazzo e la classe politica? Quei cento o poco più passeggeri che andranno in giro per Milazzo cosa dovranno vedere? E’ vero che programmazione fa rima con improvvisazione, ma è anche vero che la città si presenta in condizioni non certo ottimali: e una volta tornati a bordo, per la partenza e in vista del successivo scalo, cosa sarà rimasto di questa nostra Milazzo ai turisti occasionali? Nulla. Anzi, un’amaro commento: peccato! Da anni diciamo che sarebbe opportuno avere le idee chiare e preparare la città non all’ultimo minuto, ma da un giorno all’altro, curando i minimi dettagli! La pulizia, le erbacce, le aiuole, la cacca dei cani, le auto nel centro urbano, un autobus alla stazione per portare in giro per la città altri turisti, quelli per i quali non si preparano festini e piparelle e che arrivano con il treno e sono costretti a venire al centro o al porto A PIEDI????  Vogliamo parlarne, signor De Simone? O a lei basta fare giungere una nave da crociera OGNI TANTO per mettersi in pace con la sua coscienza? A Parco Corolla, estrema periferia di Milazzo, ogni giorno di turisti (se intendiamo tali quelli che vengono da altri comuni) ne arrivano almeno 15 – 20 mila! Parcheggiano, portano i figli a giocare, girano per i negozi, spendono e tornano a casa. E si incassano milioni di euro! E se si attrezzassero con uno o due autobus per prelevare i turisti che scendono da quella nave “una tantum” che lei pensa di regalarci e portarli lì? Altro che Castello e chiese! Dai, signori… pensate che è stato perso un altro anno, e i tour operator stanno preparando i depliants per il 2017!

 

Rispondi