Home / Un saluto agli amici... / E’ morto ENZO LA CAVA!

E’ morto ENZO LA CAVA!

ENZO LA CAVA, 60 anni, uno dei vecchi atleti della Fiamma Milazzo nella prima metà degli anni 70, non c’è più!

Siamo attoniti!

Solo lo scorso aprile, in piena pandemia, avevamo salutato il padre Salvatore, ed oggi ci accingiamo a scrivere per lui una pagina che custodiremo fra i nostri ricordi, e che rileggeremo quando penseremo ad Enzo!

Il necrologio sotto il suo nome aggiunge “CHEF” per permettere di individuarlo. Dopo gli anni dedicati alla pratica sportiva, Enzo aveva cominciato a coltivare una passione, la gastronomia, con ottimi risultati. Si era sposato con Anna, una ragazza che, come lui, faceva atletica leggera. Ora anche lui aveva una famiglia, due figli, e la sua vita procedeva serena.

I nostri rapporti erano sempre amichevoli ed affettuosi; non era più quel ragazzino che abitava a pochi passi da quel che fu il Lido la Pineta, che usciva di casa nelle prime ore del pomeriggio per fare allenamento, e si confondeva anche lui con quella moltitudine di ragazzi di dodici, tredici, quattrordini anni… Non avevamo una pista, non l’abbiamo mai avuta, e la strada sterrata di ponente era il posto ideale, prima che nascesse l’arteria che avrebbe collegato Milazzo a Barcellona, per accogliere quei ragazzi che si dedicavano all’atletica leggera. correndo da un punto all’altro, fermarsi, riprendere fiato, e al tempo stesso scherzare, sorridere, pensare a quando sarebbe stata la prossima gara. 

Enzo era un padre di famiglia, uno innamorato del suo lavoro, e come tanti altri suoi coetanei ripensava agli anni della sua adolescenza, trascorsi senza particolari grilli per la testa, in anni in cui si dovevano accontentare di poco. Ai figli aveva trasmesso la sua stessa passione, un’arte che li vede eccellere in un campo nel quale in tanti pensano che sia facile addentrarsi. Nonostante ciò, è rimasto sempre un ragazzo modesto, serio, premuroso, disponibile e affettuoso.

Sapere che a 60 anni ci ha lasciati, che lascia una famiglia, la moglie, i figli, i suoi cari, ci rattrista e ci chiediamo il perchè.

Non riusciamo ad interpretare, noi comuni mortali, i disegni divini. Ci conforta il fatto di saperlo lassù, con mamma e papà, a proteggere dall’alto la sua famiglia. Ma non può alleviare il dolore di chi rimane senza un marito, un padre, una guida.

I suoi funerali saranno celebrati nella giornata di domani, sabato 18 luglio, alle ore 16.30, nel Duomo di Milazzo.

Siamo affettuosamente e fraternamente vicini alla moglie, Anna Ursoleo, ai figli Salvatore ed Alessandro, alle sue sorelle, e tutti i suoi cari.

Addio, Enzo, un abbraccio!

 

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.