Home / Società / IL PUT? UN FALLIMENTO. DI PIU’: UN ABORTO!
Italpane

IL PUT? UN FALLIMENTO. DI PIU’: UN ABORTO!

giovanni-formica-sindacoLO SI SAPEVA DA DECENNI CHE MILAZZO NON AVREBBE POTUTO SOPPORTARE INTENSI FLUSSI DI VEICOLI CHE AVREBBERO CONGESTIONATO IL TRAFFICO. E ADESSO? TORNARE INDIETRO, RIPROPORRE IL PIANO IMBESI, ANNO 1994, REALIZZATO CON CRITERI LOGICI E VERIFICATI SUL CAMPO! INTANTO ECCO IL COMUNICATO STAMPA DEL COMUNE CON CUI IL SINDACO FORMICA DISPONE CON UN PROPRIO ATTO DI INDIRIZZO LA REVISIONE DEL PUT. RICORDIAMO CHE ESISTE UNA PUBBLICAZIONE DELLA DOTT.SSA ALESSANDRA FORMICA, GIA’ PRIMA DIRETTRICE DI QUESTA TESTATA GIORNALISTICA, DAL TITOLO “VIABILITA’ E TRAFFICO A MILAZZO” REALIZZATO PER IL COMUNE DI MILAZZO. PERCHE’ NON DOCUMENTARSI? 

Prot. n. 45                                                                                           26/1/2016.

COMUNICATO STAMPA

Revisione del Put, atto di indirizzo del sindaco

Il sindaco Giovanni Formica ha inviato un atto di indirizzo al dirigente del 3° settore col quale chiede di dare immediato avvio al processo di revisione del Piano Urbano del Traffico, con la predisposizione dei necessari atti amministrativi.

“A distanza di un mese dall’avvio della sperimentazione del sistema di viabilità previsto nel Piano Urbano del Traffico nel centro storico della città – scrive il sindaco – emergono chiaramente i limiti e le criticità di quella programmazione. In particolare, l’interdizione al transito veicolare del lungomare Garibaldi, con l’istituzione dell’isola pedonale, pur condivisibile nello spirito, ha rivelato l’insufficienza della rotatoria realizzata di recente all’intersezione di Piazza Roma, ad accogliere i consistenti flussi di veicoli provenienti dalla via C. Colombo, con l’ovvia conseguenza che, specialmente nelle giornate festive e alle ore di punta, si registrano ingorghi che creano disagi agli automobilisti e rendono meno vivibile la città. Alla luce di questa inconfutabile analisi, più che opportuna si è rivelata la scelta di non aprire al doppio senso di marcia la detta via C. Colombo. Quanto accertato, tuttavia, rende ineludibile acquisire puntuale relazione tecnica sulla situazione attualmente in essere e dare immediato avvio al processo di revisione del Piano Urbano del Traffico, con la predisposizione, da parte di codesto settore, dei necessari atti amministrativi. In prospettiva, ad avviso dello scrivente, sarà opportuno, tra l’altro, sottoporre alla valutazione dei tecnici l’ipotesi di modificare le previsioni relative alla via C. Colombo, eliminando definitivamente la possibilità di transito nei due sensi di marcia e considerando la realizzabilità, sotto il profilo tecnico, di una corsia dedicata che consenta l’immissione diretta dei veicoli sulla la via Umberto I, senza impegnare la rotatoria”.

L’ufficio  Stampa       

Rispondi