Home / Di tutto un pò / IMPOSSIBILE VIVERE AL TONO!

IMPOSSIBILE VIVERE AL TONO!

ECCO LA LETTERA DI UN RESIDENTE CHE SI RIVOLGE A NOI…

– Buongiorno, scrivo a voi con la speranza di rendere pubblica la mia voce e il mio dissenso in merito alla gestione di alcuni temi che, nonostante passino gli anni, sono sempre attuali. Dopo anni sono tornato a casa, a Milazzo, e purtroppo devo constatare che certe cose non cambiano mai.
Ho la casa al Tono, proprio all’altezza di uno dei lidi che da anni sono nati sulla nostra costa. Anche ieri sera, alle 3 e 30, la musica era alta e rendeva difficile dormire. mi è stato detto che già sono stati presi provvedimenti, facendo spegnere la musica per una sera, ma già dalla sera dopo tutto è tornato alla normalità. È inaccettabile. Purtroppo tutte le estati è “la stessa musica” (scusate il gioco di parole) e niente viene fatto dalle autorità per far rispettare le norme in materia.
Inoltre, e questo è un altro tema, nessuno fa niente per pulire la nostra meravigliosa spiaggia. una mareggiata ha portato ogni ben di Dio sulla spiaggia e nessuno ha provveduto a pulirla. Alcuni di noi, armati di rastrello e sacchi, hanno provveduto a fare il possibile per poter far giocare i bambini in spiaggia lontano dai rifiuti portati dal mare.
Molti altri sarebbero i temi da affrontare, temi che, almeno per me che sogno di tornare a casa con gioia, lasciano l’amaro in bocca non appena imbocco l’asse viario e mi dirigo verso casa.
Temi che vorrei affrontare con chi di dovere ma, un semplice milazzese che vive lontano, sicuramente non verrei neanche ascoltato.
confidando in voi.

LETTERA FIRMATA

Non ci tiriamo indietro, e come facciamo sempre pubblichiamo anche questo suo sfogo. Non è il solo, ci creda. Ma se le diciamo che non otterrà nulla ci crede anche? Non lo diciamo per demoralizzarla, ma ogni protesta, ogni richiesta, ogni appello alla legalità cade nel vuoto. Di fronte troviamo sempre un muro di gomma, e la nostra è una lotta contro i mulini a vento! Lei tornerà il prossimo anno, avendo acquistato una casa qui a Milazzo. Ci auguriamo, per lei, che cambi qualcosa in meglio con la nuova amministrazione. Altrimenti non ci rimane che la rassegnazione, o l’emigrazione! 

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.