Home / Di tutto un pò / INCASINATI NEL TRAFFICO. MA SOLO A NATALE?

INCASINATI NEL TRAFFICO. MA SOLO A NATALE?

UNA SITUAZIONE CHE SI VERIFICA SEMPRE, GIORNO DOPO GIORNO, SIA IN ESTATE CHE IN INVERNO. MA C’E’ L’ALIBI: POCO PERSONALE. CHE PROPRIO A FINE ANNO VIENE MANDATO IN FERIE PER SMALTIRLE. UN ALIBI DEL GENERE PUO’ ESSERE ACCETTATO? 

da LA ZOTTA – FATTI E MISFATTI DELLA POLITICA MILAZZESE.

ARRIVA NATALE. IL CAOS È SERVITO!

Utenti della strada, Comando di P.L., Amministrazione Comunale. Tutti coinvolti in questo ennesimo disastro natalizio che non si può non notare per le strade di Milazzo. Ormai la sosta selvaggia non risparmia alcun luogo del centro storico e delle immediate periferie. I blocchi stradali causati da automobilisti indisciplinati e recidivi sono frutto di una libertà sfrenata che non teme alcuna reprimenda da parte di un numero di VV.UU. sempre più sparuto, perdippiù lasciato in buona parte in ferie da adesso fino alla fine dell’anno.
Milazzo è ormai una giungla di auto. Mai come adesso, la viabilità era stata causa di tanto caos, aggravata dallo spettacolo deprimente dell’inciviltà di molti cittadini che abbandonano i rifiuti per strada col concorso di un’Amministrazione incapace di gestire la raccolta differenziata. Chi come me abita in un grosso complesso residenziale nella zona di S. Papino non ha mai ricevuto nulla in termini di materiali e di istruzioni. Una colpa questa di un assessorato sempre pronto a lodarsi e imbrodarsi per avere tagliato le fronde di un albero ma che ci concede la vista di vie spesso abbrutite dal deposito di sacchetti di spazzatura per terra per giorni interi. A questi geni dell’organizzazione dovremmo spiegare le regole di questo delicato servizio che solo le Amministrazioni più scassate d’Italia come la nostra non sono ancora in grado di gestire. Una vera piaga che nasconde guai che prima o poi verranno a galla. Non si capisce come l’Amministrazione Formica possa gestire il servizio incassando nemmeno tre milioni di euro rispetta ai sette preventivati. Ormai pagano solo cretini e fessi mentre una larga parte di cittadini evade la TASI.
Siamo perciò convinti che in questi anni si stia accumulando un’altra montagna di debiti fuori bilancio che Formica lascerà in eredità alla città fregando a parole “quellicheceranoprima” e con i fatti “quellicheverrannodopo”.
Milazzo è alla frutta, non ve n’eravate accorti? Ma restate in silenzio come sempre!

Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.