Home / Di tutto un pò / INFRAZIONI CHE NON VEDE NESSUNO… SI SALVI CHI PUO’…
Italpane

INFRAZIONI CHE NON VEDE NESSUNO… SI SALVI CHI PUO’…

VIA G. B. IMPALLOMENI (24 luglio 2017 – 0re 9,07). Impossibile, per chi fotografa, rispettare la segnaletica stradale che in quel punto impone di restare nella corsia di destra (quella solita.., teoricamente dedicata a chi deve andare in direzione  Capo di Milazzo). Santa pazienza, occhi aperti, un colpo di clacson e salto sul cordolo in gomma. Qualcuno strombazza contro di me per avergli invaso la corsia; ed ha ragione da vendere!

Cosa questa che succede centinaia di volte al giorno.

Perché tutto ciò? Chiaro come è chiaro che i maleducati la fanno sempre da padroni ed invadono – con la loro sosta selvaggia – i più reconditi anfratti purché siano quelli “giusti” che procurano la grande gioia di infrangere la Legge se non proprio l’orgasmo. E’ evidente il disprezzo di quel soggetto – titolare o solamente prezzolato da un “padrone” – che blocca col camion  (suo o del suo “padrone”) non solo le strisce bianche inclinate segnate a terra, a ridosso del marciapiedi, che sono solamente spazi di rispetto vietati alla sosta; ma anche l’intera corsia per il Capo. Come lui –un po’ meno spudorati ma pur sempre in difetto – altri tre veicoli in sosta proibita ed il quadro di una situazione caotica e al completo. 

Come e cosa fare con questa gente? Come e cosa fare con i mancati provvedimenti, con le mancate sortite, con la mancata vigilanza; con le mancate “mazziate” al portafoglio? Ogni via di Milazzo è ormai diventata dominio assoluto di Ras di quartiere o di habitué di determinate vie o punti strategici a seconda delle convenienze di questo o quel soggetto. Si è scritto fin dal primo giorno dell’apertura della rotatoria di Piazza Roma, invocando provvedimenti veri; come pure SI E’ GIA’ DETTO CHE IN VIA FRANCESCO CRISPI DI SERA NON SI CIRCOLA PIU’, è diventata dominio incontrastato di quattro-cinque locali pubblici che addirittura sbarrano il marciapiedi con ogni sorta di ostacolo per “preparare” il parcheggio al cliente. Cose dell’altro mondo, cioè di quello degradato e preda dell’anarchia.

Milazzo non meriterebbe tutto ciò. Ma nulla cambia ed i più ne fanno le spese. Ormai i cittadini onesti sono esasperati! 

Una sola cosa, però, è certa: come al solito, saranno righe inutili, fiato sprecato e “farina cassariata”, perché di provvedimenti non se ne parla proprio: “Non c’è tempo; per ora dobbiamo pensare agli immigrati”E mi pare giusto. Aspettiamo fiduciosi.

3 commenti

  1. ci passo tante volte al giorno,vedo lo scempio,ma i bottegai....devono lavorare; quindi zitti e mosca!

    Ma non si configura il reato di abuso di potere ed omissione di atti di ufficio quando le forze dell’ordine fingono di non vedere ed evitano intenzionalmente di provvedere al sanzionamento dei veicoli che costituiscono intralcio al traffico e sono in divieto di sosta? …Si, ma si sono comprati l’autovelox, hanno risolto i loro problemi ma hanno peggiorato quelli della città!

    • antonio veritas

      Non è così. La mancanza di intervento può essere giustificata dall’azione su un altro intervento, secondo me..

      • Lo scempio imperversa sempre e non è sporadico,ma solo intollerabile!

        …Gli interventi in altra zona non giustificano la totale mancanza di controllo che proprio in QUELLA ZONA dovrebbero essere fatti, non (forse) sporadicamente,bensì COSTANTEMENTE. Infatti se COSTANTEMENTE si multassero TUTTI i veicoli in sosta selvaggia su quella rampa,nonchè davanti alla tenda beduina costruita in ” illo tempore” da un precedente proprietario del bar e che da decenni costituisce un serio intralcio al traffico che tutti fingono di non vedere, forse allora qualcuno si toglierebbe il vizietto di fare i propri comodi a danno della mobilità pubblica.

Rispondi