Home / Musica / LA CANZONE DI OGGI, 2 APRILE, a cura di Radio Casa mia
Italpane

LA CANZONE DI OGGI, 2 APRILE, a cura di Radio Casa mia

UNA CLASSIFICA CHE SEMBRA ESSERSI BLOCCATA, ALMENO PER QUANTO RIGUARDA LA PRIMA POSIZIONE, SALDAMENTE DETENUTA DA DON BACKY CON LA SUA “L’IMMENSITA'”. MA IN COSTANTE EVOLUZIONE NEI POSTI CHE SEGUONO. ECCO UN BRANO CHE POTREBBE CAPOVOLGERE LA SITUAZIONE. CI RIUSCIRA’?

Un cantante affacciatosi timidamente verso la fine degli anni 60 nel panorama musicale italiano, comincia a scalare le vette delle classifiche con brani che, in pochi anni, lo renderanno popolarissimo e incontreranno il favore dei giovanissimi. Gli stessi giovanissimi che oggi, a distanza di oltre 40 anni, lo continuano ad osannare. Stiamo parlando di Claudio Baglioni, cantautore romano, classe 1951, il quale punta su un neo romanticismo dal quale a fatica riuscirà ad affrancarsi negli anni successivi. Entrato in classifica, al primo posto, con QUESTO PICCOLO GRANDE AMORE nel 1972, presenta nel 1973 AMORE BELLO, con il quale non riesce nell’intento di bissare il record di vendite stabilito l’anno precedente. Ci riproverà nel 1974, anno in cui canta E TU… , uno dei suoi più grandi successi. Il brano, arrangiato da Vangelis, si sviluppa su un tema classico e presenta in alcuni passaggi un curioso sdoppiamento vocale. E’ fatta! In un periodo in cui si cercavano nuove emozioni e nuove musicalità, dopo l’esplosione del fenomeno beat, si afferma un certo tipo di cantautorato, fatto di personaggi come Baglioni, Cocciante, Venditti, De Gregori, Dalla. Purtroppo i temi presentati o trattati non erano ancora bene accetti, e non tutti avrebbero fatto immediatamente successo. Ci fu chi, intelligentemente, seppe abbinare la novità richiesta, ossia la canzone d’autore, alla melodia classica e spesso stucchevole, che milioni di italiani, innovativi a parole, gradivano… Decretando successo e popolarità a canzoni che, cantate o realizzate nel decennio precedente, non avrebbero conosciuto nemmeno le classifiche discografiche! Ecco E TU…, tutta per voi! Buon ascolto!

Rispondi