Home / Comunicati / LAVORI ENEL NEL PORTO, ECCO COME CIRCOLARE…
Italpane

LAVORI ENEL NEL PORTO, ECCO COME CIRCOLARE…

posa cavi

COMUNICATO STAMPA DEL COMUNE CON INDICAZIONE DEGLI OBBLIGHI E DEI DIVIETI…

Prot. n. 571 del 16/11/2015  –  COMUNICATO STAMPA

 

Realizzazione linea elettrica Enel, modifiche alla viabilità dal 16 al 18 novembre

Per consentire lavori di costruzione linea elettrica per conto di Enel distribuzione, già avviati nei giorni scorsi il comando di polizia municipale ha emesso nuove ordinanze, allegate al presente comunicato per disciplinare la viabilità.  Ecco il dettaglio.

Dalle ore 08,30 di giorno 16 novembre alle ore 18,00 di giorno 17 novembre e comunque fino al termine dei lavori, la modifica della circolazione e della segnaletica stradale come segue:

  • Istituzione del divieto di sosta con rimozione forzata nella via dei Mille (tratto compreso dall’intersezione con la via Birago all’intersezione con la via Ten.Minniti);
  • Divieto di transito sulla via Dei Mille all’intersezione con la via Migliavacca, (I veicoli provenienti dalla via N. Bixio sono obbligati a proseguire dritto verso la via Migliavacca o svoltare a sinistra verso la via XX Luglio);
  • Istituzione dell’obbligo di svolta a destra nella via Birago, all’intersezione con la via Dei Mille;
  • Istituzione dell’inversione del senso di marcia nella via S. Giovanni (per il tratto compreso fra la rotatoria di Largo dei Mille e la via G. Rizzo)
  • Istituzione del divieto di sosta con rimozione forzata in via S. Giovanni (tratto compreso fra la rotatoria di Largo dei Mille e la via G. Rizzo);
  • Istituzione del divieto di sosta con rimozione forzata in via G. Rizzo (nel tratto compreso tra il civico n. 48 e l’intersezione con la via S. Giovanni, sul lato sinistro secondo il senso di marcia)

A seguito dei lavori di cui in oggetto, i veicoli provenienti dalla via N. Bixio o dalla via S. Paolino, che dovranno raggiungere il centro, potranno percorrere la via G. Rizzo per poi svoltare a destra verso la via S. Giovanni e immettersi nella rotatoria di Largo dei Mille. I veicoli in uscita dal centro cittadino potranno percorrere la Via Dei Mille, che verrà delimitata su metà carreggiata.

 

COMMENTO: Le disposizioni da osservare valgono dal 16 al 18 novembre, secondo il comunicato stampa del comune, ma nell’ordinanza viene specificato che saranno valide fino alle ore 18 del 17/11. Una successiva ordinanza parla di prosecuzione fino al 20/11. In ogni caso, il “comunque fino al termine dei lavori” ci avvisa che possiamo metterci il cuore in pace: potrebbero durare anche in eterno! Sappiamo che errare è umano, ma qualcuno dice che perseverare è diabolico! Non ci si rende conto che la strada che potrebbe immettere il traffico direttamente verso il centro è la via Siro Brigiano, proprio quella nella quale è stato imposto un obbligo di svolta a destra che non rispetta nessuno! Nonostante tutto, si preferisce imbucare le auto in via San Giovanni per farle giungere nella rotatoria davanti alla farmacia, precludendo a questa di potere avere un parcheggio riservato per i clienti (al contrario delle altre che il parcheggio ce l’hanno) istituendo il divieto di sosta sulla stessa viuzza. Ma non è finita: in questa nuova ordinanza viene istituito anche il divieto di sosta sul alto sinistro della via Giorgio Rizzo, probabilmente per rendere più agevole la svolta dei pullman e dei tir, che non possono transitare sulla via dei Mille! E intanto gli automobilisti e i cittadini si scagliano contro il Sindaco! Grazie a Dio, gli esecutori dei lavori si sono resi conto che possono lasciare benissimo mezza carreggiata per il transito in uscita! Ma ci voleva proprio TERMINAL a suggerirlo? Una raccomandazione: il rifacimento dell’asfalto! Non consentite che questi signori, una volta eseguiti i lavori, coprano il tutto con un rattoppo informe, così come sta avvenendo fino a questo momento! Sarebbe offensivo per la nostra intelligenza, e si continuerebbe a gridare allo scempio da parte di chi si sta rendendo conto che i controlli non esistono e ognuno scambia questa città per una terra di conquista! 

Rispondi