Home / Di tutto un pò / LAVORI STRAORDINARI A SAN PAPINO. ERA ORA!

LAVORI STRAORDINARI A SAN PAPINO. ERA ORA!

MILAZZO, RIMOSSA LA PROTEZIONE DEL PALISCHERMO

Stamattina si sta procedendo ad una manutenzione straordinaria del Palischermo di San Tommaso, preziosa testimonianza della millenaria tradizione tonnarota di Milazzo, depositata sul piazzale di S.Papino. Tecnici a lavoro con mezzi meccanici dalle 8.30, per rimuovere definitivamente la protezione metallica, realizzata dal Comune nel 2004, ormai da tempo arrugginita, come ripetutamente segnalato agli organi preposti, che presentava ampi squarci e si era collassata quasi interamente facendo perdere al bene, sottoposto a vincolo etnoantropologico, il decoro che meritano le storiche imbarcazioni.

A questo primo intervento, serve con immediata urgenza una notevole opera di pulizia, che preveda l’estirpazione di erbacce e rifiuti che avvolgono una vasta sezione dello scafo. Attorno allo stesso, la presenza di terriccio proveniente dalla vicina aiuola e trasportato dall’acqua piovana. Tutti deleteri per il legno dell’antica imbarcazione, datata 1937 e impiegata sino ai primi anni Sessanta alla Tonnara del Tono, che accelerano il processo di disgregazione.

La fatiscente copertura plastificata sulla struttura si era ridotta ad un ammasso informe, aggravata da incidenti automobilistici che l’avevano fatta franare su se stessa.

Per salvare quel che resta del “San Tommaso” sarebbe opportuno sostituire la vecchia copertura, con una più adeguata, munita di vetri e dotata di aerazione, in grado di proteggere lo scafo dagli agenti esterni; ma soprattutto trovare un sito alternativo, ammesso che l’imbarcazione possa essere trasportabile e recuperabile! La compromessa copertura è stata da diverso tempo oggetto di un acceso scontro tra l’amministrazione comunale e la Sopraintendenza, ente proprietario/detentore, proprio per gli interventi atti alla conservazione del bene, simbolo della storia marinara che meriterebbe di entrare a pieno titolo nel circuito di visita dei siti culturali cittadini.


 
Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.