Home / Di tutto un pò / LE FOTO DEL “MASACCIO”…
Italpane

LE FOTO DEL “MASACCIO”…

MASACCIO 4 STIAMO PARLANDO DELL’ALISCAFO CHE HA RISCHIATO DI AFFONDARE LO SCORSO 16 GIUGNO A STROMBOLI. ABBIAMO DELLE FOTO PER I NOSTRI LETTORI, MA PRIMA VOGLIAMO FARE UNA PICCOLA PREMESSA…

Ci pare, dopo quel che è successo per lo scirocco a Stromboli, che la popolarità del grande artista fiorentino (che non è RENZI…) sia stata oscurata dall’aliscafo che porta il suo stesso nome, MASACCIO. L’avere battezzato nel corso degli anni molte imbarcazioni con i nomi di artisti famosi non rende merito a questi ultimi, e capita sovente di collegare il nome proprio dell’artista a quello dell’imbarcazione, magari più popolare. MASACCIO 8MASACCIO 7

E’ il caso della CARAVAGGIO, traghetto che faceva la spola fra Milazzo e le Eolie fin dagli anni 70. Ma spesso gli abbinamenti rientrano nella normalità: Michelangelo era ricordato dai più per la sua immagine sulle diecimila lire, come Verdi sulla banconota da mille. Mentre il Paolo Rossi che Venditti cantò in MASACCIO 5GIULIO CESARE era scambiato per l’eroe del Mundial e nessuno collegò il suo nome alla prima vittima degli scontri universitari nel 1967 fra estremisti di destra e di sinistra. Fatta questa doverosa premessa, vi mostriamo le MASACCIO 3foto che ci sono state inviate da un lettore, che riprendono l’aliscafo dopo il trasporto a Milazzo per le opportune verifiche e per i lavori di riparazione. MASACCIO 2Ma c’è chi dice che il mezzo potrebbe essere demolito! In molti viaggiatori resterà il ricordo di viaggi effettuati per anni tra Milazzo e le Eolie a bordo di quello che fu il mezzo che molti attendevano per raggiungere le isole o la terraferma. E forse anche la nostalgia accompagnerà i ricordi… In ogni caso, da questo giornale un plauso all’equipaggio che in occasione del sinistro ha dimostrato alta professionalità e spirito di sacrificio. Solo grazie agli uomini del Masaccio è stato possibile evitare un tragico bilancio che avrebbe comportato anche la perdita di vite umane. E ci pare che nessuno, nella concitazione del momento, ma anche nei momenti successivi, ha elogiato il comportamento dell’equipaggio, tranne che la compagnia di navigazione!

Rispondi