Home / Di tutto un pò / L’ITALIA? NON E’ UN PAESE IN CRISI…
Italpane

L’ITALIA? NON E’ UN PAESE IN CRISI…

ARCHIVIATI IL FESTIVAL DI SANREMO E IL CARNEVALE, STASERA C’E’ IL DERBY ALL’OLIMPICO PER LA COPPA ITALIA. ALTRA MORFINA PER UN POPOLO CHE ATTENDE IL SABATO SERA E DIVIDERSI TRA CHI SEGUE “C’E’ POSTA PER TE” E I BALLERINI DI MILLY CARLUCCI…

E intanto il numero delle aziende continua a calare. Vero, ma ci sono settori in crescita: più di tutti quello delle sale giochi, delle slot machine, dei bingo (la versione figa della tombola). I templi moderni della disperazione e dell’illusione. Solo a Milazzo, se passate la sera da Via Acqueviole e da Via Tonnara, si contano centinaia di auto parcheggiate…  Mentre se un negozio abbassa la saracinesca perchè non ci sono le prospettive per continuare un’attività che sia dignitosa, subito dopo subentra un centro scommesse, che garantisce, quanto meno, il pagamento dell’affitto al proprietario dell’immobile. Si spera nella fortuna perché si sono perse le speranze nella realtà. Non più panem et circenses, solo circenses perché il pane è terminato sulle tavole delle plebi desideranti. Vita dignitosa? Non si sa più neppure cosa significhi. Il principio della “rana bollita” è diventato realtà. La rana, che scapperebbe se posta su una piastra bollente, continua invece a nuotare tranquilla in un pentolone pieno d’acqua che viene riscaldato poco a poco. Sino a far bollire l’acqua e la rana. Gli italiani vengono bolliti giorno dopo giorno… Ma non ci fanno caso! E aspettano la partita di Coppa, quella di Champion continuando a pagare la pay tv, e la disfida del sabato sera a colpi di auditel, fra Maria de Filippi e Milly Carlucci. Ben sapendo che a vincere, ogni sabato, è “C’è posta per te!”. E sperando che il basso numero di spettatori per una trasmissione che si trascina da anni il sabato sera possa toglierci dalle palle questa trasmissione inutile… Ma ce ne sono tante di cose inutili che vengono offerte agli Italiani! La solita morfina… per non far sentire altri dolori…

Rispondi