Home / Eventi / MARCO CARLETTA E’ ARRIVATO A MILAZZO

MARCO CARLETTA E’ ARRIVATO A MILAZZO

UN AUTENTICO TRIONFO PER IL GEOMETRA DI SAN CATALDO, ATTESO DA TANTI AMICI!

CARLETTA CON DI BELLA13.10… e un boato accoglie Marco, sudato ma non troppo, perchè abituato a queste fatiche, davanti al Municipio di Milazzo.  Avevamo avuto la prima comunicazione alle ore 11.25 della sua posizione lungo la SS 113. E con cadenza regolare i passaggi venivano comunicati dai cellulari di chi si era assunto l’impegno di accompagnarlo nel suo avvicinamento a Milazzo. Solo che la voce dei nostri interlocutori, ad ogni chiamata, tradiva qualcosa: l’affanno! Proprio così, amici! E pensare che erano andati a raggiungerlo, per non fargli sentire la solitudine di strade assolate, quelle della vecchia nazionale, che immettono in una grande città, quelle sulle quali le auto sfrecciano incuranti dei pochi pedoni, i rappresentanti del Movimento Sportivi Milazzesi, con Gianluca Venuti in testa. Quindi il prof. Pippo Geraci, dell’ASD Ama Camminare in sintonia… Persone che hanno una certa confidenza con lo sport, con la fatica, con il caldo. Qualcuno, nel suo avvicinamento al centro di Milazzo, si è lasciato andare ad una confessione, raccolta solo da me: “Scusa per la voce… sto camminando… ma devo faticare a stargli dietro!”. Una fatica, certamente. Ma non per Marco Carletta, che al suo arrivo ha abbracciato papà e mamma, sul posto per accoglierlo dopo tanti giorni, ed hanno scelto Milazzo e la giornata prefestiva; piuttosto quei ragazzi che hanno dovuto stentare a tenere il ritmo di una camminata effettuata seguendo una tabella di marcia. Soddisfatti e felici, anche loro hanno voluto esultare assieme a Marco, uno di loro, al quale hanno consegnato entrambe le associazioni le magliette sociali. Soddisfatto anche l’assessore Giovanni Di Bella, in rappresentanza del Sindaco Giovanni Formica, e questa secondo noi è stata l’unica volta che un Sindaco può essere pienamente giustificato per la sua assenza: era in chiesa per… sposarsi! Soddisfatti anche gli amici conosciuti oggi, ma il suo abbraccio con ognuno di loro e la foto ricordo sono stati la testimonianza dell’affetto e della solidarietà che questo ragazzo di San Cataldo trova alla partenza ed all’arrivo, in ogni sua tappa di questa scelta di compiere 1300 chilometri. Il progetto WALK FOR PEACE non è ancora arrivato a metà strada, ci ha detto la mamma. Da Cefalù si potrà dire che Marco ha completato metà della sua fatica… Fatica? No, ho detto prima che la sua non è una fatica: è un impegno, una missione che deve portare fino in fondo. E’ il messaggio di pace e di fraternità, per ricordare un giovane che non ha mai conosciuto, Aldo Naro, ucciso il giorno della sua festa di laurea in discoteca, a Palermo, lo scorso 14 febbraio. Aveva 25 anni Aldo… 25 anni e tanti sogni. La violenza e la stupidità degli uomini hanno impedito che si potessero realizzare…  Marco domani mattina partirà per la nuova tappa, Santuario del Tindari. I primi dieci chilometri del percorso li effettuerà assieme al gruppo di AMA CAMMINARE IN SINTONIA…Poi, quando loro a Spinesante lo saluteranno, ci saranno altri amici che gli staranno vicini lungo la strada che sale al santuario… Ciao, Marco, buon viaggio… anche se non ci vedrai al tuo fianco, ti seguiremo e non ti faremo mancare il nostro affetto e la nostra gioia!  

Rispondi