Home / Società / MARINA GARIBALDI, DUE PICCIONI CON UNA FOTO!

MARINA GARIBALDI, DUE PICCIONI CON UNA FOTO!

MARINA GARIBALDINEL FESTIVAL DELLE INFRAZIONI, I LETTORI SI IMPROVVISANO FOTOGRAFI…

Nessun premio in palio, ma se avessimo voluto indire un concorso, sarebbe stato problematico stabilire i vincitori di questa inusuale rassegna delle infrazioni. Gli scatti immortalano scene da Far West, e purtroppo non tutte le immagini potranno trovare spazio su questa nostra testata. Anche se ci sono stati incoraggiamenti a denunciare e a sputtanare sul sito la pessima educazione, non è bello per i Milazzesi, cittadini, amministratori, vigili urbani e forze di Polizia, sapere che in pieno centro, peggio che in periferia o in luoghi in cui certe infrazioni passano inosservate, ognuno si sente incoraggiato a fare i propri comodi! Diamo spazio ad una semplice foto, nella quale l’improvvisato fotografo (basta avere uno smartphone ed il gioco è fatto…) “pesca” addirittura due veicoli: un autocarro in sosta fuori dalle strisce regolamentari (e quindi in mezzo alla strada, ma senza essere autorizzato..) ed una vettura che pensa di ripercorrere il lungomare svoltando a sinistra davanti alla chiesa di San Giacomo, anzichè immettersi in via Ryolo. Chi invierà la prossima foto per partecipare al concorso? Non lo sappiamo… vedremo. Nel frattempo invochiamo a gran voce l’intervento repressivo, visto che ormai ognuno si sente autorizzato a fare quel che vuole, in ogni parte della città, e non solo sul lungomare. Invochiamo a gran voce un ferreo giro di vite, perchè le persone perbene, e ce ne sono tante in questa città, sono stanche di assistere alle illegalità che si susseguono ad ogni istante della giornata! Invochiamo a gran voce, e preghiamo i lettori che si sentono offesi da scene ripugnanti alle quali siamo costretti ad assistere impassibili ed impotenti, a denunciare con ogni mezzo, e la foto è un mezzo lecito, gli insulti gratuiti nei confronti di Milazzo, nella quale in tanti si sentono in diritto di fare ciò che si vuole. La mancanza di fiducia nelle istituzioni purtroppo non porta a niente di buono: scene come queste, impunite e fin troppo tollerate, invitano anche a girare armati per difendersi o farsi giustizia da soli… E’ questo che vogliamo? 

1 Commento

  1. Anch’io ieri ho visto l’auto davanti a me che svoltava in questo modo con una tale naturalezza che pensavo fosse consentito. La gente non si rende conto che infrangere queste regole mette a rischio la vita delle persone!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.