Home / Sport / MARIO ROMAGNOLO aveva scritto anche per TERMINAL

MARIO ROMAGNOLO aveva scritto anche per TERMINAL

Lo fece nel numero di marzo 2009, per ricordare un suo fraterno amico che è andato a raggiungere, Santino TRIMBOLI. Ecco quanto scrisse quella volta…

IL MIO AMICO SANTINO TRIMBOLI

Generoso, altruista, pulito: un vero campione. Questo è il mio ricordo di Santino Trimboli, punto di riferimento di una squadra gloriosa, la S.S. Milazzo, quella che molti sportivi legano a Giorgio Spoto, Stello Amante, Bongiovanni, La Franca, Alberto Salvo, Aricò, Lo Presti, Ossian, Caragliano, a mio fratello Pippo. Eravamo amici in campo e fuori, e questa amicizia mi permetteva di apprezzarne le doti e condividere l’orgoglio che suo padre aveva di lui, faro della numerosa famiglia. Non aveva un ruolo preciso in campo: giocava da mediano e da mezzala, interpretando schemi oggi superati. Ma in casa voleva essere il centravanti, per la sua forza dirompente che scompaginava le difese avversarie, riservando per me l’ultimo passaggio, la conclusione in rete. Per fare impazzire i tifosi del “Grotta Polifemo”. La sua carriera luminosa lo portò alla nazionale militare, mentre gli anni successivi al suo ritiro lo videro alla ricerca di giovani talenti, presso comuni vicini, sfidando forme anacronistiche di campanilismo, per dare un avvenire in società maggiori a calciatori che, privi di un sodalizio più competitivo, rischiavano di giocare a vita in campetti di periferia… Mi è difficile riconoscere negli attuali giocatori le doti di Santino Trimboli, leale compagno di squadra e amico nella vita di ogni giorno. 

(Mario Romagnolo)

Abbiamo pubblicato due foto storiche della S.S. Milazzo. SANTINO TRIMBOLI è a destra, in borghese, in una; mentre è il secondo in piedi, da sinistra, nell’altra. Dedicheremo un ricordo a MARIO ROMAGNOLO, la cui scomparsa ci ha addolorati. Lo faremo nei prossimi giorni. 

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.