Home / Sport / MERCATO SETTIMANALE, si parte col piede giusto.

MERCATO SETTIMANALE, si parte col piede giusto.

MILAZZO, PROVE DI RITORNO ALLA NORMALITÀ

Dopo le critiche e gli attriti di giovedì scorso, con un clima rovente che scontentava tutti, un graduale regime di normalizzazione si sta regolarizzando per il mercato settimanale di via Spiaggia di Ponente. Dopo il chiarimento con i rappresentanti degli operatori mercatali del lunedì primo giugno scorso, si è proceduto con l’originaria collocazione nell’area demaniale di ponente, senza creare più le ripercussioni alla viabilità della settimana precedente e soprattutto i danni ai residenti della zona. Punti per l’ingresso presidiati dagli agenti della Polizia Locale per le attività di controllo e l’appuntamento odierno sotto una canicola estiva ha portato migliori risultati, sia in termini di organizzazione che di rispetto del distanziamento previsto. Sin dall’apertura mattiniera, si è riscontrato un buon esito in termini gestionali e di agilità nella frequentazione, procedendo con lo storico percorso e ripristinando i banchi secondo le postazioni originarie, anteriori all’emergenza da Covid-19, in modo da consentire a ogni operatore titolare di posteggio di svolgere la propria attività nelle consuete modalità e localizzazione. I posteggi degli ambulanti che erano stati temporaneamente spostati nella sede stradale provinciale, sono stati riposizionati ottimizzando gli spazi liberi e ottenendo un ampliamento dei corridoi di percorrenza per gli utenti, nella massima totalità muniti di mascherine. Anche i commercianti hanno curato la collocazione in modo da poter ricavare il più ampio percorso pedonale, fornendo ai clienti indicazioni in sicurezza per la manipolazione delle merci e le distanze interpersonali. Si continua con questo nuovo esperimento, così come annunciato dal Sindaco, a verificare il progressivo evolvere della fase 2 dando gli opportuni aggiustamenti e cercando di conciliare al meglio ripresa delle attività degli operatori mercatali e tutela alla salute dei cittadini.

 
 
 
 
 
Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.