Home / Di tutto un pò / MILAZZO, AL TONO E’ GUERRA DICHIARATA!

MILAZZO, AL TONO E’ GUERRA DICHIARATA!

OPERAI AL LAVORO AL TONO mentre installano il TERZO DISSUASORE DI VELOCITA’. Come era stato suggerito da TERMINAL, proprio all’inizio della strada, per dare un segnale di protezione all’intero quartiere e far capire a chi è alla guida di un veicolo che non sono ammesse intemperanze. Insomma, è guerra aperta con l’Amministrazione SENZA VIGILI da un lato, e i soliti trasgressori dall’altro. Come se il mondo finisse al TONO, trascurando l’intera città, centro o periferia poco importa. Spese superflue secondo qualcuno, spese necessarie secondo altri.

Intanto si continua a correre e a mantenere la situazione di illegalità sull’asse viario, non si rallenta se i pedoni attraversano sulle strisce, le macchine sostano comodamente i terza fila e agli incroci, per non parlare davanti agli scivoli per i disabili; le cinture continuano ad essere una seccatura per migliaia di automobilisti, i cellulari vengono passati in rassegna durante la guida, con l’invio di sms, e gli autocarri sono padroni indisturbati del centro cittadino, al punto che la pattuglia dei vigili, alle ore 12.15 di oggi, transitando dalla via Umberto I verso la via dei Mille, ha ritenuto opportuno “schivare” un autocarro di una nota ditta messinese tranquillamente parcheggiato sulle strisce pedonali, davanti all’ottica FIORENTINA e dietro ad un altro autocarro. Nessun tentativo di fermarsi, magari temporaneamente, per fischiare, SOLO FISCHIARE, e far notare che se l’ISIS ha capitolato in Siria, non è qui a Milazzo che deve trovare riparo.

Ma dimenticavo che LA GUERRA QUI SI COMBATTE SOLO AL TONO: nelle altre strade ognuno può fare quel che ritiene opportuno.

Tanto… fra un anno si vota! Finirà la cuccagna, dice Salvini! 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.