Home / Sport / Milazzo, finalmente apre la nuova farmacia

Milazzo, finalmente apre la nuova farmacia

E’ LA FARMACIA SAN PAOLINO, DEI DOTTORI BONOMO E SCRIBANO, VINCITORI DEL CONCORSO E DOPO UN LUNGO ITER BUROCRATICO. AI TITOLARI E AL PERSONALE I NOSTRI PIU’ SINCERI AUGURI. 

Era il 2012 quando il Comune di Milazzo previde l’ampliamento della pianta organica delle sedi farmaceutiche. Alle otto iniziali, l’ultima delle quali, assegnata dopo oltre trent’anni in Zona San Giovanni, ne erano seguite nel tempo altre due, poichè la popolazione si era distribuita in maniera diversa sul territorio, andando ad occupare nuove unità immobiliari in zona Ciantro – San Paolino, e spostando quindi l’asse demografico verso la zona Sud della città.

Trasmessa la richiesta ai competenti Uffici della Regione Siciliana, si rese necessario quindi un concorso, poichè non sarebbero state soltanto due le sedi da assegnare, ma ben 222 in tutta la Sicilia e 19 in provincia di Messina. Un maxiconcorso, si direbbe oggi con un termine che è entrato nell’uso comune, ma le lungaggini burocratiche hanno influito negativamente sull’iter penalizzando – è il caso di dirlo – tanti partecipanti (farmacisti in primo luogo) che, se avessero potuto partecipare già otto anni addietro, e non perdere a vuoto tanti anni, avrebbero potuto, assieme alle nuove farmacie, creare svariati posti di lavoro.

Non sappiamo come sia la situazione in altre parti della Sicilia, ma Milazzo, dopo ben otto anni (molti di meno rispetto all’assegnazione della sede di S. Giovanni, quindi…), ha una nuova farmacia. L’ultima in ordine di tempo, completando quella pianta organica sulla quale l’ufficio di statistica aveva cominciato a studiare dal 1997, rivedendo dati fermi al 1978 (!), calcolando indicatori e popolazione, ridisegnando i confini delle zone censuarie, mantenendo costantemente i contatti con gli uffici regionali che a cadenza biennale richiedevano aggiornamenti anche se non necessari (è la prassi!)! Anzi, possiamo benissimo affermare che già nel 1997 si poteva assegnare la Farmacia dell’8^ zona, quella di San Giovanni, e non attendere ancora altri anni, privando la popolazione residente di un servizio essenziale e parecchi impiegati di un posto di lavoro! 

Così è, se vi pare! Non possiamo certo pensare di lottare noi, di un modesto giornale controcorrente, la burocrazia imperante! E la Regione Siciliana ha dato una pessima immagine di se stessa nella recente occasione di compilazione delle richieste per la Cassa Integrazione seguite al coronavirus! Se poi si pensa che, paradossalmente, la stessa Regione Siciliana aveva chiesto al Comune di Milazzo se fosse stato d’accordo sull’apertura di due nuove sedi farmaceutiche, nonostante l’esplicita richiesta in tal senso dello stesso ente, allora forse si riesce ad avere un’idea di come la burocrazia la faccia da padrona e complichi anche le cose semplici! Ma c’è di più: il bando per la partecipazione parlava dei requisiti: laurea specifica ed età compresa fra i 18 e i 65 anni, ben sapendo che a 18 anni nessuno possiede una laurea. Errore involontario o nuova escamotage per fare impugnare il bando e procrastinare le aperture alle calende greche? Non lo sappiamo… 

Comunque, meglio esultare perchè da qualche giorno Milazzo ha la sua ultima Farmacia, necessaria ed indispensabile per una zona cresciuta vertiginosamente ma per la quale non erano stati predisposti serviizi! La nuova farmacia fa seguito alla realizzazione della Chiesa della Trasfigurazione, sogno di don Peppino Cutropia, che si era avvalso degli studi dell’Ufficio di Statistica per proporre alla CEI la costruzione di una nuova chiesa e l’erezione a parrocchia della popolosa zona di Ciantro – San Paolino.

Sono forse i primi passi per rendere vivibile e a misura d’uomo una zona che da almeno 40 anni è stata concepita priva di quesi servizi essenziali. Una lenta, graduale conquista di quelle infrastrutture necessarie per la vita quotidiana.

La nuova farmacia, assegnata ai vincitori dottori Bonono e Scribano, di Messina, sorge in via S. Paolino, adiacente al Supermercato DESPAR. E’ l’ultima, in ordine di tempo, e fa seguito a quella della dott.ssa Montalto, localizzata all’interno di Parco Corolla, nel territorio che va al di là del tracciato autostradale.

Con l’assegnazione di questa nuova farmacia si conclude, dopo uno studio durato oltre un ventennio, l’inserimento delle sedi farmaceutiche nella città di Milazzo. Al momento non sono previste altre sedi, poichè tutte sono sottoposte a criteri fissati dalle regione Siciliana.

Ai nuovi arrivati auguriamo buon lavoro, certi che la loro competenza e professionalità possa essere d’aiuto per tutti.

 

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.