Home / Sport / MILAZZO, IL KARATE DI EXPO 2000 PREPARA I CAMPIONI DEL FUTURO

MILAZZO, IL KARATE DI EXPO 2000 PREPARA I CAMPIONI DEL FUTURO

  GIORNATA DI ESAMI PRESSO LA PALESTRA DI VIA CAP. MASSIMO SCALA, DIRETTA DAL DOTT. FRANCO CIRAOLO. UN TRIONFO PER UNA DISCIPLINA CHE ESIGE RISPETTO DELL’AVVERSARIO, PREPARAZIONE, PROFESSIONALITA’ E TANTA CONCENTRAZIONE.

Oggi abbiamo assistito, prima che ad un esame di graduazione, ossia di “passaggio di cintura” al termine della stagione agonistica 2018/2019, ad un risultato che mai ci aspettavamo: una rigida selezione operata all’interno della società EXPO 2000 di Milazzo. Ci ha impressionati favorevolmente infatti la scelta operata dalla società, fra le tante nella nostra città ed in provincia, impegnata nelle arti marziali: ammettere solo i meritevoli, evitando di alimentare false illusioni come troppo spesso avviene (purtroppo ne è cattiva maestra la scuola dell’obbligo…) e convincere gli stessi atleti che tutto sia possibile anche se non si è fatto di tutto per meritare. E così ne sono passati solo undici, al termine di un anno passato fra allenamenti, kata, kumite, termini giapponesi basilari nel karate, che stanno ad indicare i combattimenti contro avversari immaginari il primo, fatti di mosse memorizzate, e un allenamento composto da attacchi e difese contro un avversario reale il secondo. Eleganza e ritmo nel primo caso, agonismo, astuzia, attacchi e difese nel secondo, accompagnati dalla conoscenza della terminologia nipponica necessaria per interpretare i comandi degli esaminatori evitando di incappare in errori madornali spesso dovuti alla fretta di concludere il combattimento o alla scarsa concentrazione. E, aggiungiamo noi, svilire lo spirito del karate che è anche quello di sapere controllare le emozioni, anche se questo principio non è scritto nei venti punti fondamentali insegnati dal Maestro Funakoshi, tra i più conosciuti e apprezzati maestri di arti marziali e fondatore dello stile Shotokan.

Quella che abbiamo visto di scena oggi è stata non una società, ma, come ribadito in passato sempre da questa testata giornalistica, una scuola, diretta dal vecchio amico  Maestro Franco Ciraolo, medico anestesista presso l’Ospedale di Milazzo, sulla breccia fin dai primi anni 70 (lo ricordo ragazzo alla palestra di Pippo Crupi in via del Bufalo, a Messina, quando anche io calcavo il tatami…). La sua passione per il karate lo ha portato, primo fra tutti, ad aprire una sua palestra, diventata con il tempo un’associazione, e il continuo ricambio degli atleti, molti dei quali affermati professionisti anche avanti con gli anni, testimonia la validità degli insegnamenti e il rigore nei comportamenti alla base dello sport. Ma non è il solo traguardo raggiunto negli anni, poichè Ciraolo è riconosciuto come uno dei più validi Maestri in campo nazionale, e la selezione che ha preceduto questo ennesimo esame di graduazione e che ha visto undici atleti guadagnarsi l’ammissione, è la prova più evidente che i recenti successi conseguiti da Enola ADELLA, Matteo BARBERA e Giuseppe CELI allo stage nazionale FEDIKA di Rosignano Solvay in provincia di Livorno l’1 e il 2 giugno scorsi, non sono casuali: Frutto di impegno e preparazione, senza lasciare nulla a caso ma soprattutto un premio alla tenacia ed alla costanza degli atleti, alla professionalità degli allenatori, alla serietà dello stesso Maestro.

Al termine di una mattinata ricca di emozioni, alla quale ha assistito anche un pubblico entusiasta e divertito, sono stati assegnati i diplomi e le tanto agognate nuove cinture, traguardi meritati per gli undici atleti che hanno coronato i loro sogni, dopo una stagione intensa fatta di sacrifici ed allenamenti, all’insegna della disciplina e dell’autostima, doti non comuni se si pensa che da anni ormai sono proprio i più piccoli ad intraprendere questo sport che trasmette principi solidi e valori imprescindibili.

Nel congratularsi con tutti, il Maestro Ciraolo (che nel 2012 ha ottenuto il PREMIO TERMINAL SPORT legato al nostro giornale, che la Commissione gli ha conferito per il suo lavoro svolto in uno sport che non ammette distrazioni nè improvvisazioni) ha dato l’appuntamento ad ottobre, quando riprenderanno i corsi di preparazione, per continuare nel solco di una tradizione ultradecennale che ha permesso, negli anni, di sfornare campioni e di addestrare alla vita quotidiana, nel rispetto delle regole e della lealtà. Ecco l’elenco degli esaminati che hanno superato, tutti, il passaggio:

Da cintura BIANCA a cintura GIALLA: Davide CALAPA’, Giovanni Salmeri

Da cintura GIALLA a cintura ARANCIONE:  Francesca PAVONE, Elisa PAONE, Nicola PAONE

Da cintura ARANCIONE a cintura VERDE: Anthea FLERES, Maria Chiara LOPES

Da cintura VERDE a cintura BLU: Giorgio GIAIMO, Francesco SCIBILIA, Andrea MUNAFO’

Da cintura BLU a cintura MARRONE: Michele CICCOLA

Commissione Esami – Maestro Franco CIRAOLO, Allenatori   Nicola CALAPA’; Luca DE MATTEO

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.