Home / Sport / MILAZZO, perchè la ditta non fornisce più sacchetti per mettere i rifiuti?

MILAZZO, perchè la ditta non fornisce più sacchetti per mettere i rifiuti?

RICEVIAMO E  PUBBLICHIAMO

LETTERA AL DIRETTORE:  Sig. Direttore,  poiché Lei è molto sensibile ai problemi della città desidero segnalarLe  un inconveniente nella speranza che da una sua messa in evidenza possa risolversi.

Dall’inizio della raccolta differenziata sono stati distribuiti dall’ufficio di via Giorgio Rizzo, ex mulino, i sacchetti colorati .

Da qualche mese gli uffici sono sprovvisti dei sacchetti.

Poiché quando venivano distribuiti i sacchetti ai richiedenti veniva fatta firmare una ricevuta ritengo che la distribuzione era un obbligo contrattuale.

E’ così?  O mi sbaglio ed era una generosità della ditta appaltatrice?

Grazie dell’ospitalità.

(lettera firmata) 

RISPOSTA – Mi auguro che non fosse una generosità, ma ricordo che nel corso di un incontro pubblico con i cittadini parlammo anche di un esborso, per i milazzesi, di almeno UN MILIONE DI EURO L’ANNO, se non fossero stati forniti sacchetti colorati, sacchi neri, contenitori per i condomini, oltre all’obbligo stabilito dal comune di provvedere A SPESE DI OGNUNO di tenere puliti i contenitori stessi, pagando personale per toglierli dalla pubblica via e metterli all’interno del condominio una volta ritirati i rifiuti, e così via. Spesso però portare i contenitori dentro non è possibile, poichè sono più le volte che rimangono pieni per diversi giorni: non vorrei che si tratti di una trovata da parte dei cittadini di gettare i rifiuti in maniera indifferenziata e senza osservare il calendario per risparmiare qualcosa sui costi del ritiro e della pulizia periodica e lasciando la città nel degrado.

A conti fatti, NOI DI TERMINAL abbiamo constatato (e non siamo i soli) il fallimento di un esperimento che non ha motivo di continuare, e rimaniamo dell’avviso che si debba tornare a utilizzare cassonetti per il conferimento decentrato, ovviamente dividendo le varie tipologie di rifiuti, individuando le zone, che possano servire più persone e consentano soprattutto di ridurre i tempi di raccolta, mantengano decorosi i marciapiedi e gli ingressi degli stabili, e, come ebbe a dire un lettore non di Milazzo in una lettera qualche settimana addietro, non farebbero deprezzare le unità immobiliari in caso di richieste di affitti o di acquisti. Ma soprattutto per tutelare la dignità degli operatori ecologici costretti giornalmente a scavare nei bidoni con le mani per separare i rifiuti o le buste maleodoranti. Ed allora, aggiungiamo, fanno bene a mescolare ogni sorta di spazzatura per farci rendere conto, a noi cittadini civili, che non sono nè schiavi nè tanto meno bestie!  

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.