Home / Cultura / MILAZZO, PREMIO LETTERARIO IN MEMORIA DI MARIA CATENA PAVONE

MILAZZO, PREMIO LETTERARIO IN MEMORIA DI MARIA CATENA PAVONE

INDETTO DAL ROTARACT CLUB DI MILAZZO, IN COLLABORAZIONE CON L’ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE G.B. IMPALLOMENI

Il Rotaract Club di Milazzo In collaborazione con l’Istituto di Istruzione Superiore G.B. Impallomeni propone la II edizione del Premio letterario in memoria della “Prof.ssa Maria Catena Pavone” DOCENTE DI LETTERE E LATINO
Il concorso, dedicato alla memoria della Prof.ssa Pavone, nasce dalla volontà di ricordare una donna e docente straordinaria che ha dedicato la propria esistenza alla formazione delle giovani menti e allo sviluppo di una propria coscienza critica. “La prof.ssa Mara Pavone è riuscita, nella sua carriera, a toccare i cuori dei tanti suoi alunni e,con la sua dolcezza, ha trasmesso il suo sapere, le sue amate discipline umanistiche e soprattutto i valori e i sentimenti che arricchivano la sua interiorità. Apprezzata, stimata e rispettata da tutta la comunità scolastica, ha lasciato un vuoto incolmabile e un ricordo vivo e indelebile nella memoria di tutti quelli che l’hanno conosciuta”. Il concorso, rivolto a tutti gli studenti degli Istituti di Istruzione Superiore del comprensorio milazzese, prevede la redazione di un testo scritto sotto forma di tema, articolo di giornale, saggio breve, poesia, relazione.
Il testo dovrà essere consegnato entro il 29 aprile 2019 all’indirizzo mail premioletterarioracmilazzo@gmail.com.          Per partecipare al concorso è richiesto un contributo simbolico di 1€ che verrà versato a sostegno del progetto distrettuale Rotaract 2110 “BE PRESILIENT” in collaborazione con l’AVIS a sostegno della donazione di sangue.
Il tema di quest’anno, infatti, in sinergia con il progetto Be Presilient mira a sensibilizzare i giovani al tema della donazione, non soltanto di sangue, che rappresenta un grande atto di amore attraverso il quale è possibile aiutare gli altri a vivere meglio. Per questo la traccia dell’elaborato richiesto è “La “cultura del dono”.
La nostra società oggi ha bisogno di eroi che non indossano mantelli, non utilizzano superpoteri e non figurano sui fumetti. Fanno del bene in silenzio, donando il loro sangue, i loro organi, la loro assistenza o, semplicemente, il loro prezioso tempo: la loro magia è la solidarietà.
Vari sono gli spunti di riflessione ai quali gli studenti chiamati a scrivere potranno ispirarsi. Ad esempio :
– Donazione di sangue, organi e tessuti
La donazione di sangue, organi o tessuti è un gesto concreto di solidarietà: significa donare una parte di sé e della propria energia vitale a qualcuno che in quel momento sta soffrendo e ne ha un reale bisogno. In merito a sangue ed emocomponenti, essi possono essere considerati un’esigenza quotidiana, non solo in caso di eventi eccezionali quali calamità naturali o incidenti, ma anche nella gestione ordinaria dell’attività sanitaria che prevede l’esecuzione di interventi chirurgici decine di volte al giorno. In merito alla donazione di organi e tessuti, la bioetica e la scienza si sono più volte confrontate senza giungere a giudizi unanimi, sia per la donazione in vita che per la donazione post-mortem.
– Donazione come atto d’amore gratuito nell’ambito dell’associazionismo e del volontariato. Associarsi vuol dire stare insieme e condividere un progetto comune. Se questo progetto comune è prestare il proprio aiuto e il proprio tempo, in modo gratuito e disinteressato, a soggetti in condizioni di indigenza, allora nasce l’arte del volontariato. Al giorno d’oggi, in una società fatta di “razzi umani” e ritmi incalzanti, qual è il peso del volontariato? Nel nostro cuore che tende a chiudersi sempre più in un cieco egoismo e costruire muri di diffidenza verso il prossimo, c’è ancora posto per i meno fortunati?
– Gli uomini disapprendono l’arte del dono. La vera felicità del dono è tutta nell’immaginazione della felicità del destinatario “ciò significa scegliere, impiegare il tempo , uscire dai propri binari e dall’utilitarismo esasperato”
– Il dono : un movimento asimmetrico che nasce da spontaneità e libertà. Donare come espressione dello slancio e dell’amore gratuito per l’altro che non pretende di essere ricambiato.
– Il concetto di Xenia
Xenia è termine latino che Montale riprende dal poeta latino Marziale e significa “doni votivi” inviati a qualcuno che aveva ospitato. Le poesie rappresentano i doni mandati dal poeta alla sua donna che era stata ospite della sua vita (es. Ho sceso dandoti il braccio…).
Lo studente è libero di scrivere il testo prendendo spunto anche soltanto da uno oppure
da più motivi suggeriti dal bando del concorso.
Il testo non dovrà essere troppo lungo e dovrà mostrare soprattutto originalità e creatività.
Il Rotaract Club di Milazzo nei confronti degli studenti che hanno elaborato i testi migliori prevede l’assegnazione di tre borse di studio.
1) Borsa di studio per la migliore composizione di 150€ che verrà assegnato allo studente, il cui elaborato spicca per originalità, sensibilità e analisi del tema trattato.
2) Borsa di studio per il miglior elaborato critico di 100€, assegnata a chi affronterà il tema con particolare coscienza critica, maturità e riflessione.
3) Borsa di studio riservata agli alunni della Prof.ssa Pavone di 100€ che verrà assegnata all’autore di un elaborato particolarmente meritevole secondo il giudizio della commissione, che sia alunno dell’Istituto di Istruzione superiore Impallomeni.
La cerimonia di consegna del premio si terrà nell’Aula Magna dell’Istituto Impallomeni in data da definire nel mese di maggio 2019, in occasione
dell’anniversario di nascita della compianta professoressa Pavone.
Gli elaborati saranno valutati da una commissione mista composta da membri del Rotaract Club di Milazzo e da docenti di lettere in pensione e/o in servizio presso gli Istituti che parteciperanno al concorso. La commissione avrà una natura paritaria tra soci Rotaract e docenti.
Sarà cura dei soci del Rotaract Club NON membri della commissione esaminatrice rendere anonimi gli elaborati in modo tale che i soci del Club e i docenti non siano influenzati nella valutazione dalla conoscenza del candidato o dall’appartenenza al diverso istituto scolastico. L’elaborato, infatti, dovrà essere redatto secondo il modello allegato al presente bando e inviato per mail in formato PDF.
I soci del Rotaract Club di Milazzo NON membri della commissione esaminatrice avranno cura di stampare gli elaborati e di privarli del “tagliando” con il nominativo e la scuola di appartenenza del partecipante, in modo tale da garantire l’anonimato durante la valutazione dei testi.
Il Tesoriere del Rotaract Club di Milazzo, dopo il 30 aprile (termine per la partecipazione al concorso) ritirerà direttamente nelle classi il contributo simbolico di 1€ destinato in beneficenza.
Dalla partecipazione al presente bando sono esclusi i soci del Rotaract Club che attualmente frequentano gli Istituti di istruzione superiore coinvolti. I membri del Rotaract facente parte della commissione esaminatrice sono:
Enea Miraglia (Segretario del Club – Presidente della commissione)
Mariangela Irrera (Delegato distrettuale al progetto Be Presilient – Past President)
Anna Lisa Bonarrigo (Past President RC Milazzo)
L’organizzazione si riserva la possibilità di attribuire ulteriori borse di studio ai partecipanti e menzioni speciali su decisione del Presidente del Club, compresa la possibilità di offrire ai ragazzi particolarmente meritevoli la quota di iscrizione al Rotaract Club di Milazzo.
Per qualsiasi delucidazione contattare il Segretario del Rotaract Club di Milazzo Enea Miraglia, tel. 3404809459

email segreteriarotaractmilazzo@gmail.com

Milazzo, marzo 2019 

Il Referente del premio                                                                                          Il Presidente del Rotaract
      Enea Miraglia                                                                                                      Roberto Castellaneta

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.