Home / Di tutto un pò / MILAZZO, QUEST’INCROCIO E’ DIVENTATO PERICOLOSISSIMO!

MILAZZO, QUEST’INCROCIO E’ DIVENTATO PERICOLOSISSIMO!

SI TRATTA DI VIA CAP. MASSIMO SCALA, CON VIA SAN GIOVANNI, all’altezza di Piazza 25 APRILE. L’inversione del senso di marcia ha “promosso” l’arteria a strada ad alta densità di traffico: scelte non ponderate da chi si è intestardito a volere, a tutti i costi, invertire la via Siro Brigiano per reprimere l’obbligo, allo sbocco in via dei Mille, non rispettato dagli automobilisti, costretti a dirigersi verso destra e non verso sinistra per accedere al centro urbano!

In compenso la via cap. Massimo Scala si è caricata all’inverosimile di veicoli in transito per guadagnare l’accesso all’asse viario, o per proseguire sulla stessa strada. Lo STOP esistente raramente viene osservato, per cui situazioni come quella rappresentata nella foto sono all’ordine del giorno: spesso basta una disattenzione, o la consapevolezza di dare la precedenza solo a destra, per chi esce dalla Massimo Scala, per cui il segnale è posto lì, senza che assolva alla sua funzione!

A completare il quadro, desolante, frutto di una viabilità senza valutazione dei flussi, le auto che scendono a velocità spesso considerevole per guadagnare l’entrata a Milazzo: spesso l’incidente avviene all’incrocio successivo, quello con la via col. Bertè, in marcia da Nord a Sud (ricordiamo che tale arteria avrebbe dovuto subire l’inversione del senso di marcia, cosa che fino ad oggi non è stata ancora fatta, da oltre due anni!).

Quindi uno STOP con la via Giorgio Rizzo, superato il quale dovrebbe avvenire l’arrivo nella rotatoria di via dei Mille. Dove i flussi in entrata sono quattro, e con quello della San Giovanni aumentano a CINQUE, contro i due in uscita!

Ora ditemi voi come si dovrebbe alleggerire la viabilità quando le macchine entrano in continuazione, e in mancanza di precedenza (che nessuno accorda, circolando sulla rotatoria) la fila sulla via San Giovanni arriva spesso e volentieri fino al semaforo dell’asse viario!

Siamo ripetitivi, vero? Sì, senza alcun dubbio. Fino a quando non verrà messo ordine in quel tratto di strada (non pretendiamo in tutta Milazzo!) non ci stancheremo di ripeterlo, a costo di rompere le scatole.

E ci auguriamo di non piangere qualche vittima. Fino ad oggi, grazie a Dio, nessuna. Ma i rischi sono sempre elevati.

Buona fortuna a chi supera quell’incrocio, è la cosa migliore da augurare! E se sinistro dovesse avvenire, ci auguriamo che non ci sia nessuno a fare la fila dall’ambulante di frutta che sosta per ore all’angolo. I motivi sono abbastanza chiari… 

Rispondi