Home / Comunicati / MILAZZO, tre casi di contagiati! Ma smettiamola di gettare fango sulle persone!

MILAZZO, tre casi di contagiati! Ma smettiamola di gettare fango sulle persone!

PUBBLICHIAMO, SENZA PERO’ RINUNCIARE ALLA NOSTRA CONSUETA AVVERTENZA, IL COMUNICATO STAMPA RICEVUTO DAL COMUNE DI MILAZZO.  VOGLIAMO RACCOMANDARE, OLTRE A QUANTO STA FACENDO IL SINDACO, ANCHE UN COMPORTAMENTO LEALE E SINCERO NEI CONFRONTI DI CHI E’ RISULTATO POSITIVO A SEGUITO DELLA SOMMINISTRAZIONE DEL TAMPONE. QUINDI PREGHIAMO I NOSTRI LETTORI DI EVITARE DI TIRARE AD INDOVINARE, DI FARE CONGETTURE, O PEGGIO ANCORA DI GETTARE FANGO SUI PRESUNTI CONTAGIATI E AZZARDARE DEI NOMI. RICORDIAMO ANCORA CHE ESISTE UNA PRIVACY, SPECIE IN CAMPO SANITARIO, E NESSUNO, RIPETIAMO NESSUNO, PUO’ ARROGARSI IL DIRITTO DI CRITICARE O DI CROCIFIGGERE CHICCHESSIA, SPERANDO DI CONOSCERE I NOMI E LASCIARSI ANDARE ALLA DISCIPLINA CHE PIU’ VIENE PRATICATA IN QUESTA CITTA’: IL CUTTIGGHIO. SPERO DI ESSERE STATO CHIARO.

Prot._n. 411 del 15/10/2020. – COMUNICATO STAMPA del COMUNE DI MILAZZO

Coronavirus, i tamponi fanno emergere altri tre casi positivi a Milazzo

Altri tri tre positivi al Coronavirus a Milazzo. Lo ha comunicato l’Asp al Comune per dar corso a tutte le procedure del caso, risalire ai contatti ed interrompere l’eventuale catena dei contagi. Si tratta di un sessantenne e di una coppia, tutti sono asintomatici e già in isolamento a casa. 

Il sindaco Pippo Midili ha invitato i cittadini a rispettare tutti i protocolli previsti e le disposizioni dell’ultimo Dpcm in quanto la situazione sta peggiorando e rischia, alla luce anche di quello che emerge nel comprensorio, di diventare assai critica. 

“Invito i miei concittadini ad usare la massima prudenza ed il buon senso evitando comportamenti che possono determinare conseguenze pesanti. Ho già chiesto al comandante della polizia locale di potenziare i controlli per il rispetto delle previsioni dell’ultimo Dpcm e nei prossimi giorni diffonderemo dei messaggi continui sulle disposizioni da osservare in modo rigido. Non possiamo correre il rischio di diventare un “cluster”.

                                                                           
                           L’Ufficio Stampa

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.