Home / Sport / NEL SEQUESTRO DEL “TENNIS E VELA” STANNO PAGANDO I RAGAZZI…
Italpane

NEL SEQUESTRO DEL “TENNIS E VELA” STANNO PAGANDO I RAGAZZI…

ECCO L’AMARO SFOGO DI UNO SPORTIVO AUTENTICO, FRANCESCO IANNUCCI, CHE DA ANNI PREPARA I RAGAZZI DELLA VELA E CHE SI RAMMARICA PER UNA VICENDA CHE VEDE PROPRIO I SUOI ATLETI COSTRETTI A PAGARE, VITTIME INCOLPEVOLI, PRIVATI DELLA POSSIBILITA’ DI FARE SPORT…

Avrei voluto scrivere raccontando un successo sportivo della squadra agonistica del Nuovo Circolo del Tennis e della Vela di Milazzo che proprio oggi avrebbe dovuto partecipare al campionato zonale (regionale) della classe 555 FIV e che lo scorso anno ha visto l’equipaggio mamertino sul terzo gradino del podio; invece scrivo una storia un po’ più triste, di un’Associazione Sportiva Dilettantistica sequestrata e di tutte le attrezzature sportive rimaste bloccate all’interno e l’impossibilità di poterle recuperare (anche se non sono oggetto di sequestro) e di un gruppo di ragazzi che si trovano dopo un anno di allenamenti a dover rinunciare, loro malgrado, a questo importante appuntamento.
La scuola vela del Nuovo Circolo del Tennis e della Vela di Milazzo è l’unica scuola riconosciuta dalla Federazione Italiana Vela della provincia di Messina, una scuola che ho l’onore e l’onere di dirigere dal 2012 ma che esiste da decenni e che ha portato a mare centinaia di ragazzini ogni anno, ha organizzato manifestazioni veliche che hanno portato a Milazzo tantissimi giovani provenienti da tutta Italia ed ha portato i propri atleti a gareggiare nei mari e laghi della penisola.
Oggi purtroppo i miei ragazzi dell’agonistica e i miei piccoli allievi della scuola non hanno più un circolo dove potersi allenare e poter imparare i rudimenti della vela da Istruttori e aiuto istruttori che con grande passione e tanti sacrifici hanno portato avanti questa bella realtà di sport giovanile.
Non entro nel merito delle decisioni prese da chi di competenza ma mi auguro che si valutino con attenzione le conseguenze che le lungaggini burocratiche possono avere sul regolare svolgimento dell’attività proprio nel periodo estivo.
Comunque sappiate che io non mollo, continuerò a trasmettere la mia grande passione per la vela e per il mare.

Rispondi