Home / Sport / NUOTO A CATANIA, LE SOCIETA’ DI MILAZZO SUGLI SCUDI
Italpane

NUOTO A CATANIA, LE SOCIETA’ DI MILAZZO SUGLI SCUDI

Ottima prestazione delle due società milazzesi di nuoto (Swimblu e Nuoto Milazzo) impegnate nella giornata di domenica 4 giugno alla piscina della Playa a Catania, per la conquista del Trofeo della Regione, giunto alla IV edizione.

La partecipazione, aperta a tutti gli atleti master in regola con il tesseramento FIN 2016-2017, ha riservato momenti di entusiasmo per le prestazioni degli atleti in gara che, a dispetto dell’età non certo giovanissima, hanno mostrato una grinta eccezionale ed una voglia di rimanere competitivi per tanti anni ancora. Purtroppo la preparazione atletica spesso condizionata da impegni familiari e di lavoro da parte di molti partecipanti non ha consentito riscontri cronometrici eccellenti, ma considerando l’età, abbiamo potuto notare che la passione per una disciplina magari scoperta da poco ha invogliato gli atleti a ritentare in una prossima occasione: certamente per misurarsi con gli altri, a volte vecchi atleti che praticano da bambini il nuoto, dai quali si attendono una rivincita; ma anche per una sorta di scommessa con loro stessi, e per imporsi nuovi traguardi, prestigiosi anche se il tempo precedentemente ottenuto verrebbe limato di pochi decimi di secondo!

Le due formazioni milazzesi non hanno demeritato. Addirittura la SWIMBLU ha chiuso la giornata di gare al terzo posto assoluto, alle spalle delle più titolate e quotate SPORTING CLUB CATANIA e SPRINTEAM CATANIA, grazie ai punteggi ottenuti dai suoi atleti che hanno partecipato ad un alto numero di gare in programma. 43 gli atleti piazzati in zona punteggio nelle gare individuali, assieme alle sei staffette, contro i 25 del Nuoto Milazzo, che con le 4 staffette ha ottenuto un onorevole 10 posto nella classifica finale, su un totale di ben 28 società sicuramente molto agguerrite.

I Milazzesi sono andati a medaglia per un totale di 26 volte, collezionando 4 ori (3 la Swimblu, 1 il Nuoto Milazzo), 12 argenti (rispettivamente 7 e 5) e 10 bronzi (6 e 4). Ai primi posti, Stefania Torre (NM), Lidia Perdichizzi, Angelo Cardillo e Simona Calvo (SB), si sono aggiudicati il secondo posto, per la Nuoto Milazzo Irene Lombardo, Biagio La Spada, Stefania Torrre, Maria Cristina Faranda, Giancarlo Rizzo; per la Swimblu, Larissa Imbesi, Silvia Isgrò, Simone Scibilia, Davide Costantino, Pietro Saporita, Sebastiano Celi, Lidia Perdichizzi; il terzo posto è stato invece ottenuto da Antonio La Spada, Giancarlo Rizzo, Irene Lombardo e Maria Trifirò della Nuoto Milazzo; e da Larissa Imbesi, Tiziana Smedili, Simone Scibilia, Davide Costantino, Silvia Isgrò e Raffaele Tricomi della Swimblu. Da segnalare anche le eccellenti prestazioni a punteggio di Raffaele Tricomi, che al suo risultato ha fatto corrispondere ben 804,47 punti, e di Biagio La Spada, staccato di pochissimo, con punti 793,34.

In conclusione, rimane viva la speranza che alle spalle di questi non più giovani ma sempre validissimi atleti possa muoversi un vivaio che ben figurando in campo natatorio tenga alto il nome di Milazzo; e che in un futuro non troppo lontano possiamo registrare anche i risultati soddisfacenti o eclatanti di chi, sceso in vasca per muovere le prime bracciate, possa essere salutato come il degno erede di molti campioni milazzesi, primo fra tutti il sempre valido Pippo Nicosia, talento indiscutibile che costituisce l’esempio che deve ispirare le nuovissime generazioni.

Rispondi