Home / Un saluto agli amici... / OGGI ALLE 16 L’ULTIMO SALUTO AL SIG. DI FLAVIA
Italpane

OGGI ALLE 16 L’ULTIMO SALUTO AL SIG. DI FLAVIA

Si è spento nella mattinata di ieri Paolo Di Flavia, ed un altro dei “vecchi” lascia questa nostra Milazzo, portando via con sè una vita di esperienze, di ricordi, di tradizioni. Lo piangono i due figli, Rosaria, moglie di Gioacchino Scalzo, e Stefano, sposato con Carmela Foti; lo piangono i nipoti Stefano, Monica e i due Paolo, che di lui portavano il nome; ma anche i pronipoti, i cognati, i parenti, e tanti amici, quelli dei suoi figli, dei suoi nipoti, e di lui stesso… anche se della sua generazione ne sono rimasti ben pochi! Avevo modo di incontrarlo spesso, accompagnato dal figlio, nell’androne del palazzo dove abita anche mia mamma. E guardando quel signore avanti negli anni, non potevo non fare a meno di ricordare un altro “padre” che per quei due ragazzi non più giovanissimi, Gioacchino e Stefano, era stato una guida, un Maestro, un affettuoso compagno di viaggio quando loro stessi lo affiancarono nel lungo percorso lavorativo che hanno onorato con impegno e dedizione… In questo momento rivolgo a loro un pensiero affettuoso, di amicizia e di solidarietà, in nome della stessa immensa amicizia e del rispetto che loro portavano a mio padre: so cosa significhi perdere una persona cara, una persona della quale, nonostante l’età, nonostante i giorni, i mesi, gli anni che passeranno si avvertirà la mancanza… Ma in loro deve rimanere vivo il ricordo che nessuno potrà cancellare, e solo così potranno essere certi di avere sempre al loro fianco il padre, il suocero, il nonno… l’amico che hanno amato in vita… Addio, signor Di Flavia. Anche lei ci lascia, perchè così era scritto. Oggi nella Chiesa di Santa Maggiore, alle 16, le verrà dato l’ultimo saluto… A quelle persone, da lassù, regali un sorriso, un conforto, un ideale abbraccio…     

2 commenti

  1. Al calar della sera, noi uomini di mare a Te leviamo o Signore la nostra preghiera ed i nostri cuori: i vivi sulle navi, i morti in fondo al mare. Fa che la notte passi serena per chi veglia nel lavoro, per chi stanco si riposa. Fa che ogni navigante, prima del sonno, si segni col tuo segno, nel Tuo amore, nel Tuo perdono ed in pace coi fratelli. Fa che ogni nave conservi la sua rotta ed ogni navigante la sua fede. Comanda ai venti ed alle onde di non cimentare la nostra nave, comanda al Maligno di non tentare i nostri cuori. Conforta la nostra solitudine con il ricordo dei nostri cari, la nostra malinconia con la speranza del domani, le nostre inquietudini con la certezza del ritorno. Benedici le famiglie che lasciammo sulla riva; Benedici la nostra Patria e tutte le Patrie dei naviganti, che il mare unisce e non divide: Benedici il nostro fratello PAOLO . Benedici chi lavora in mare per meritarsi il pane quotidiano. Benedici chi in fondo al mare attende la Tua luce, ed il Tuo perdono. BENEDICI!!

  2. BUON VIAGGIO ZIO PAOLO ULTIMO ZIO CHE MI ERA RIMASTO..VAI PER IL TUO ULTIMO IMBARCO IL TUO PROSSIMO PORTO SPERO CHE SARA’ IL PARADISO CIAO ZIO

Rispondi