Home / Società / OSPEDALI, SI CONTINUA A GIOCARE CON LA SALUTE DEGLI AMMALATI!
Italpane

OSPEDALI, SI CONTINUA A GIOCARE CON LA SALUTE DEGLI AMMALATI!

corsi-per-OSS-Operatori-Socio-SanitariMILAZZO MANTIENE PNEUMOLOGIA, ACQUISTA PEDIATRIA E UROLOGIA. A BARCELLONA VENGONO SPOSTATI I REPARTI DI MEDICINA E PSICHIATRIA. MA PERMANGONO CRITICITA’ CHE METTONO A RISCHIO LA SALUTE DEI PAZIENTI. ECCO IL COMUNICATO STAMPA DEL CONSIGLIERE COMUNALE SIMONE MAGISTRI

OGGETTO: Ospedali riuniti Milazzo – Barcellona – Lipari.

Con la pubblicazione in data 14/07/2016 del decreto dell’assessore regionale per la salute n.1188/2016 vengono confermate le anticipazioni di stampa in merito agli ospedali riuniti di Milazzo- Barcellona – Lipari, con il trasferimento dei reparti di medicina generale e psichiatria da Milazzo a Barcellona ed il contestuale spostamento dei reparti di Pediatria e Urologia dal nosocomio barcellonese a quello milazzese. Confermato invece il mantenimento presso il presidio mamertino dell’unità operativa complessa di Pneumologia.

Come già rilevato in precedenti occasioni, in ultimo il consiglio comunale sul tema svoltosi lo scorso 7 luglio, due sono gli elementi che destano tuttavia particolare preoccupazione nell’ambito del provvedimento di recente pubblicazione.

In primis, il trasferimento in toto del reparto di Medicina presso l’Ospedale di Barcellona Pozzo di Gotto. Un trasferimento che priva del tutto l’ospedale di Milazzo di posti letto di medicina e si pone chiaramente in contrasto con l’esistenza stessa di un pronto soccorso di un ospedale di emergenza-urgenza quale quello di Milazzo con un elevatissimo numero di accessi. Come desumibile infatti dalle statistiche ospedaliere la maggioranza dei pazienti che accedono al pronto soccorso del nosocomio milazzese vengono in caso di necessità di maggiori cure ed accertamenti ricoverati presso il locale reparto di Medicina. Con l’eliminazione dell’unità di Medicina si assisterà dunque ad una continua spola di ambulanze da Milazzo al P.O. di Barcellona per effettuare i ricoveri presso la nuova UOC di Medicina ivi istituita. Un’operazione che, oltre a rappresentare un enorme spreco di risorse, rischia di mettere a repentaglio la salute dei pazienti, spesso bisognosi di cure immediate, e si pone altresì in contrasto con le stesse previsioni del regolamento Balduzzi che impongono una efficace integrazione del pronto soccorso con la chirurgia e la medicina nell’ambito delle nuove unità operative di medicina e chirurgia d’accettazione e d’urgenza di cui non v’è traccia nel recente decreto che pur dice di ispirarsi alla Balduzzi. Per tali ragioni risulta dunque indispensabile il mantenimento presso il P.O. di Milazzo delle unità di personale e di un numero di posti letto di medicina adeguati a garantire un’efficace integrazione con l’esistente Pronto Soccorso.

Ulteriore elemento di preoccupazione è poi costituito dal possibile trasferimento della pneumologia a Barcellona PG, annunciato da parte della deputazione regionale messinese, nonostante le previsioni di segno opposto del decreto recentemente pubblicato. Un trasferimento, che stando alle dichiarazioni rilasciate nel consiglio comunale sul tema dello scorso 7 luglio dalla deputazione presente, avverrebbe entro termini non ancora definiti sulla base di non meglio precisate previsioni dell’atto aziendale il quale in realtà nulla prevede al riguardo, non precisando l’allocazione fisica delle singole unità operative presso i due nosocomi.

Alla luce di quanto sopra risulta dunque indispensabile fare definitiva chiarezza sulla questione con le istituzioni competenti, assessorato regionale della salute in primis, anche al fine di prevenire e se del caso opporsi con tutti gli strumenti adeguati a tale illogica ipotesi di trasferimento che priverebbe Milazzo e l’intero suo hinterland di un reparto indispensabile per la cura e prevenzione delle malattie dell’apparato respiratorio diffuse tra i residenti della zona

Per questi motivi è stata avanzata in data odierna apposita richiesta al sindaco ed al presidente del Consiglio Comunale ad attivarsi tempestivamente per fissare un’audizione urgente di una delegazione di amministrazione e consiglio comunale presso la Commissione Sanità ARS alla presenza dell’Assessore Regionale per la Salute e del Direttore Generale dell’ASP Messina, coinvolgendo nell’iniziativa anche gli altri comuni del Distretto Socio sanitario D27.

Ciò al fine di fare luce su una vicenda che sta assumendo contorni grotteschi e di sottolineare nel contempo le criticità connesse alle recenti disposizioni assessoriali, richiedendo laddove necessario le opportune modifiche ai provvedimenti fin qui adottati che saranno a breve sottoposti al parere obbligatorio della medesima commissione sanità, oltre che al vaglio del Ministero della Salute.

Milazzo 18/07/16

Il Consigliere Comunale

Simone Magistri

Rispondi