Home / Eventi / PADRE FRANCESCO CAIZZONE, NUOVO SOLDATO DI CRISTO NEL GIORNO DEL SANTO PATRONO
Italpane

PADRE FRANCESCO CAIZZONE, NUOVO SOLDATO DI CRISTO NEL GIORNO DEL SANTO PATRONO

ORDINATO SACERDOTE SABATO 2 SETTEMBRE, INIZIA IL SUO CAMMINO PASTORALE IL 3, DOMENICA, QUANDO A MILAZZO SI FESTEGGIA SANTO STEFANO, PRIMO MARTIRE DELL’ERA CRISTIANA…

Un nuovo soldato di Cristo, Francesco Caizzone, anzi don Francesco, che arricchisce la schiera dei sacerdoti milazzesi. Un numero crescente negli ultimi anni, segno inequivocabile che questa nostra terra esprime ancora valori morali e sentimenti religiosi che assicurano una risposta senza esitazioni alla chiamata di Dio.

E Dio sceglie i suoi fedeli servitori, affidando loro, ad uno ad uno, il suo gregge, per condurlo ad acque tranquille a dissetarsi, e credere, a sperare, ad avere fede.

Sabato è stata la volta di un ragazzo che tutti conosciamo; figlio di Felice Caizzone e di Patrizia Nasca, fratello di Viviana, ha risposto senza esitazioni alla chiamata di Dio. La sua vocazione non ha mai avuto tentennamenti, il suo accostarsi all’altare è stato accompagnato da una fede incrollabile; la sua missione sarà un costante servizio per i fedeli della sua città, di qualsiasi città o parrocchia dalla quale comincerà il suo percorso eucaristico ed ecclesiastico.

La Festa di Santo Stefano, che si tiene a Milazzo la prima domenica di settembre, quella festa tanto criticata per i momenti di divertimento laico, che contrastano fortemente con quelli religiosi che, al contrario, andrebbero vissuti ed approfonditi da tutti i fedeli, ha espresso quest’anno la consacrazione di un figlio di questa terra che è stato ordinato sacerdote. Nei giorni dei festeggiamenti per il Santo Patrono, quel giovanetto, Stefano, che davanti a Paolo di Tarso fu lapidato per non avere rinnegato la sua fede nel Nazareno, ha proteso il suo braccio sulla nostra città, che ha tanto bisogno di fede, di speranza, di carità, di certezze, e ha chiesto che venisse consegnato alla chiesa di Cristo un giovane, testimone della parola di Dio. E lui, padre Francesco, figlio di due nostri amici visibilmente commossi, come commossi lo sono stati tutti i presenti al rito dell’ordinazione, prossimo ai ventotto anni che ricorreranno proprio il giorno dell’Immacolata Concezione, quasi a testimoniare la scelta della Madonna fin dal momento il nuovo sacerdote è venuto al mondo, figlio di questa nostra Milazzo, ha risposto al richiamo del Santo Patrono… e nella chiesa a lui dedicata, nella vastità di quel duomo diventato improvvisamente troppo piccolo per contenere la moltitudine di fedeli, ha giurato la sua totale dedizione a Cristo, alla Sua Chiesa, alla Sua parola.

Auguri, padre Francesco. Conduci senza esitazioni il tuo gregge, prega per il tuo popolo, accompagna il nostro cammino sulla strada della misericordia e della pace. Noi ti accompagneremo con le nostre preghiere e faremo di tutto per esserti vicini…

Rispondi