Home / Cultura / PATRIZIA ZANGLA tra i finalisti del PREMIO CERRUGLIO
Italpane

PATRIZIA ZANGLA tra i finalisti del PREMIO CERRUGLIO

patrizia zanglaA un figlio, amoroso giglio. Viaggio dagli anni Cinquanta agli Anni di piombo, dalla Guerra fredda alla Jihad di Patrizia Zangla è risultato fra i finalisti del “Premio Cerruglio”, il Concorso letterario organizzato dall’Unione Nazionale Ufficiali in Congedo d’Italia (UNUCI) con il patrocinio del Comune di Montecarlo (Lucca) giunto alla sua sesta edizione.

Il Premio è riservato alle opere che trattano argomenti inerenti la Difesa e la Sicurezza e le nostre Forze Armate. La cerimonia si terrà a Montecarlo sabato 3 e domenica 4 settembre 2016, alla quale seguirà una tavola rotonda sulla sicurezza nel Mediterraneo con esperti e giornalisti. Oltre al Premio letterario, saranno conferiti alcuni riconoscimenti speciali: al Militare italiano dell’anno, che nelle scorse edizioni ha visto premiati, nel 2013, il Gen. C.A. Marco Bertolini (Comandante Coi), in rappresentanza di tutti i militari impegnati nelle attività operative fuori area, e nel 2014, il Gen. B. Massimo Fogari, per il suo impegno nel campo della comunicazione e del giornalismo nelle Forze Armate;  al  Miglior giornalista italiano a Francesca Mannocchi per il servizio “Tunisia, dove l’Isis arruola i suoi combattenti” realizzato per il programma televisivo “Piazza Pulita” del canale LA7; Miglior giornalista straniero a Sophie McNeill per il servizio “The Italian Solution” realizzato per il programma televisivo “Foreign Correspondent” del canale australiano ABC e per il quale è stato invitato a partecipare anche l’Ambasciatore Australiano in Italia. E ancora il Premio speciale Europa 2010, Premio speciale SISM (Società italiana di storia militare), Premio speciale Unuci (Unione Nazionale Ufficiali in Congedo d’Italia).

Patrizia Zangla dovrà presenziare alla cerimonia di premiazione che si terrà a Montecarlo, alla presenza del vertice dell’Unuci Toscana, Gen. Calogero Cirneco, delegato dal presidente nazionale. Definita “la storica dalla scrittura chiara ed emozionante” è già nota al grande pubblico e alla critica, la Zangla recentemente è stata omaggiata dall’Assessorato alla cultura di Barcellona, dalla Avv. Ilenia Torre, nel corso dello spettacolo teatrale di grande successo da lei realizzato per la presentazione proprio del suo libro “A un figlio, amoroso giglio”. La storica ha già conseguito numerosi riconoscimenti nazionali e internazionali, come il Premio Kafka, Premio Istituto di Cultura di Napoli, Premio Cattolica conferitole dal Prof. Benelli, anche presidente del Premio Bancarella, le sue Opere sono state acquisite dalla Biblioteca del Senato della Repubblica e dalla Biblioteca dell’Università di Vienna.

Rispondi