Home / Di tutto un pò / PICCOLI ‘MBUTTATURI CRESCONO…
Italpane

PICCOLI ‘MBUTTATURI CRESCONO…

ALCUNE FOTO, SCATTATE A MILAZZO, CHE RIPRENDONO DEI BAMBINI INTENTI A … MA LEGGETE IL SEGUITO.

I bambini, protagonisti di giochi che mettono in evidenza la loro voglia di costruirsi un mondo diverso da quello che sono costretti a vivere. Un mondo in cui a prevalere sono l’inventiva, il divertimento, la passione, addirittura la voglia di creare qualcosa di alternativo alla tv e ai videogiochi, infarciti di mostri, di violenza, di personaggi immaginari e irreali. Bambini semplici, ai quali basta poco per fare rivivere, in chi li osserva, il mondo di una volta. E chi li ha osservati, scattando queste foto, è rimasto meravigliato di trovarsi a contatto con una realtà che pensava essere da tempo morta e sepolta: la sua fanciullezza. Ecco che con uno scatolo, al quale praticano dei fori quadrati, per passare due legni, e che sopra, saldamente legato, porta una statuetta di un Santo, diventa una baretta, da portare in processione per le strade del quartiere. Accanto al santo, alcune confezioni di fiori, anch’essi legati per evitare che gli scossoni che nel corso della processione potrebbero verificarsi li facciano spostare o addirittura cadere! Piccoli ‘mbuttaturi crescono: così abbiamo voluto intitolare questo semplice quadretto rionale, e non a caso la foto è stata scattata a Vaccarella! Chi l’ha mandata ci ha pregato di non oscurare i volti dei due ragazzini, perchè minorenni; indipendentemente dalla loro età, è bello evidenziare la loro contentezza e la soddisfazione di divertirsi con poco… E’ proprio Vaccarella, storico rione marinaro di Milazzo, che fornisce braccia e passione per portare in processione San Francesco di Paola! E da qui vengono fornite braccia e passione per portare in processione anche altre statue di santi, durante le feste! Un gioco innocente di bambini che hanno scoperto il gusto di divertirsi con poco, e che ripetono giornalmente per le strade della parrocchia e del rione la loro “processione” incontrando il favore di chi accetta questo loro modo di giocare e di prepararsi, fra qualche anno, a fare parte della schiera numerosa dei ‘mbuttaturi

Rispondi