Home / Comunicati / PIU’ ATTENZIONE AI BAMBINI CON DISABILITA’

PIU’ ATTENZIONE AI BAMBINI CON DISABILITA’

UNA MOZIONE DEL GRUPPO UDC, SPERANDO CHE SIA APPROVATA DAL CONSIGLIO COMUNALE, CON CUI SI CHIEDE L’INSTALLAZIONE DI GIOCHI PER BAMBINI DISABILI.

Al Presidente del Consiglio del Comune di Milazzo

Al Sindaco della Città di Milazzo

Ai Colleghi Consiglieri Comunali

All’Assessore ai Servizi Sociali Mozione

Oggetto: installazione giochi inclusivi per bambini disabili

PREMESSO

banner-parcogiochiChe il numero dei bambini con disabilità di tipo motoria e cognitiva è negli ultimi anni in forte crescita.

Che sul territorio comunale esistono diversi parchi giochi comunali ma nessuno di questi è adibito ad ospitare bambini con disabilità a vario titolo.

Che diversi quartieri della nostra città risultano sprovvisti di luoghi ricreativi dedicati allo svago e al gioco per i più piccoli.

CONSIDERATO

Che giocare è, per tutti i bambini, la migliore attività, li aiuta a crescere e a svilupparsi, sia fisicamente che mentalmente favorendo la socializzazione attraverso la condivisione: elemento alla basa di una crescita sana e completa.

Che attualmente i bambini disabili non hanno luoghi idonei per giocare e socializzare con altri bambini che invece hanno la fortuna di non aver alcun tipo di disabilità.

Che la convenzione ONU per i diritti delle persone con disabilità sancisce all’art.30 il diritto di partecipazione alla vita culturale e ricreativa delle persone con disabilità sulla base dell’uguaglianza e garantisce ai minori con disabilità motoria e cognitiva la partecipazione alle attività ludiche, ricreative, agli svaghi ed allo sport incluse le attività previste dal sistema scolastico. In Italia dal 2011 esiste un’autorità, Garante per l’infanzia e l’adolescenza, che ha il compito di promuovere l’attuazione delle misure previste dalla convenzione di New York che sancisce in maniera inequivocabile e con la massima priorità le linee guida finalizzate alla promozione e alla tutela dei diritti dei bambini con disabilità.

TENUTO CONTO

Che l’art 23 e l’art 31 della convenzione sui diritti dell’infanzia UNICEF dichiarano il GIOCO diritto universalmente riconosciuto a tutti i bambini e deve essere garantito nei luoghi creati ad hoc per il divertimento dei più piccoli e far sì che detti luoghi diventino luoghi di condivisione ed aggregazione e non invece limitati a bambini “normali” discriminando i meno fortunati.

Che attualmente i bambini con disabilità motoria e neuro-sensoriale hanno come unico luogo di incontro coesione ed aggregazione con i loro coetanei, anch’essi disabili, le strutture messe a disposizione dallo stato per la riabilitazione dove, ovviamente, incontrano sempre e solo bambini con i loro stessi problemi; non potendo essere messi in condizione di sentirsi “elemento diversamente uguale” in un gruppo di normali; allontanandoli sempre di più da quella condizione che tanti si prefissano di raggiungere ma che poi raramente si concretizza a favore del disabile.

Che alcuni comuni d’Italia, come quello di RIMINI, partecipano attivamente all’inserimento dei bambini disabili all’interno di un contesto “normale”; permettendo al bambino, limitatamente al tipo di disabilità, di partecipare, a totale carico del comune, a corsi di delfino terapia o ippoterapia favorendo la sensazione indispensabile per il soggetto in questione di sentirsi al pari degli altri suoi coetanei abbattendo il confine della struttura terapeutica che giornalmente ed egregiamente li riabilita ma che poco o nulla può fare per farli amalgamare al contesto sociale di chi non ha alcuna disabilità facendoli sentire come loro desiderano più di ogni altra cosa.

 

TENUTO CONTO ALTRESI’

 

Che si rende necessario dotare i parchi giochi già esistenti di “giochi inclusivi per bambini disabili” nel pieno rispetto della norma sulla sicurezza EN1176 e considerare di destinare spazi idonei, in quei quartieri che si trovano sprovvisti, in modo da poterli destinare a luoghi ricreativi ed attività ludiche per i più piccoli in osservanza al primo e più importante articolo della “COSTITUZIONE MORALE” che obbliga chi governa a fare in modo che nessuno ma proprio nessuno possa rimanere indietro proprio come dovrebbe fare un BUON PADRE di FAMIGLIA.

PERTANTO il GRUPPO CONSILIARE DELL’UDC

PROPONE

Che il consiglio comunale nell’esercizio delle sue funzioni di indirizzo e controllo politico amministrativo, approvi la mozione dei consiglieri in oggetto chiedendo all’amministrazione di porre in essere gli atti necessari affinché possano essere installati all’interno dei parchi giochi esistenti dei” giochi inclusivi per bambini disabili” favorendo la condivisione e l’aggregazione sociale di bambini che la natura ha dotato di mezzi di comunicazione diversi da quelli comunemente in uso ma ugualmente validi per potersi sentire parte integrante di una società che deve impegnarsi per non discriminarli e che certamente ha tanto da imparare da questo affascinante mondo del “diversamente uguale”.

Milazzo li 26/05/2016

 

I CONSIGLIERI

 

Piraino Rosario

Magliarditi Maria

Coppolino Franco Mario

Rispondi