Home / Di tutto un pò / PORTO DI MILAZZO, NO ALL’ACCORPAMENTO CON GIOIA TAURO, SI’ AL PORTO REGIONALE!

PORTO DI MILAZZO, NO ALL’ACCORPAMENTO CON GIOIA TAURO, SI’ AL PORTO REGIONALE!

ALLA LUCE DELLE PROSSIME DECISIONI, OGGI PIU’ CHE MAI SI RENDE NECESSARIO MANTENERE L’AUTONOMIA DEL NOSTRO PORTO, POICHE’ IN CASO CONTRARIO GLI INTROITI ANDREBBERO A BENEFICIO DI ALTRI! 

Qualche anno fa, non appena fu resa nota l’intenzione di accorpare l’Autority Messina-Milazzo con Gioia Tauro, noi del Comitato Grande Porto fummo i primi e gli unici a manifestare la nostra netta avversione a questa ipotesi spiegandone anche i motivi. I consistenti redditi del nostro porto, fino a quel momento utilizzati quasi esclusivamente a beneficio del porto di Messina , sarebbero passati a Gioia Tauro per riequilibrare i conti in passivo del porto calabrese che, in cambio, avrebbe rispolverato la vecchia pretesa di asservire il porto mamertino a quello di Gioia Tauro. Pertanto, lanciammo l’idea di non passare con Gioia Tauro e di lasciare Messina, diventando porto regionale , anche perché in tale veste avevamo ottenuto un finanziamento di cinquanta miliardi delle vecchie lire che, se spesi bene, avrebbero risolto i problemi del porto di Milazzo. Consigliamo quindi al nostro rappresentante nell’attuale autority di non fare alcun ricorso al Tar per mantenere in vita l’Autorità portuale Messina- Milazzo, considerata la disastrosa situazione in cui questo Ente ha lasciato il nostro porto dopo tanti anni di gestione. Capacità di banchine, diminuita per avere concesso parte di esse a privati che ne hanno fatto uso giustamente per alimentare i loro guadagni , senza alcun beneficio per  la collettività; fondali non dragati, collegamenti viari non effettuati. Tutto questo ha impedito al nostro porto di svilupparsi, nonostante varie richieste del suo utilizzo da parte di armatori italiani e stranieri, causando una forte diminuzione di posti di lavoro, Non avendo, chi di competenza, portato avanti la richiesta a suo tempo di diventare porto regionale, nel caso quasi certo di un nostro accorpamento nell’Autority di Gioia Tauro, facciamo appello al nostro futuro rappresentante nel consiglio di amministrazione dell’ Ente di far presente che il nostro porto merita una particolare attenzione in quanto proprio da esso derivano i maggiori introiti per l’Autority. Inoltre, consigliamo di avere piena autonomia, rifiutando qualsiasi proposta di intesa con altri porti.

Milazzo (ME), 28.07.2017

Com.te Sciotto Mario

 

Rispondi