Home / Società / PULIZIA STRAORDINARIA A CROCE DI MARE!
Italpane

PULIZIA STRAORDINARIA A CROCE DI MARE!

pulizia terrapieni croce di mareECCO IL COMUNICATO STAMPA DEL COMUNE DI MILAZZO!!!

Prot._n.342                 1/9/2015.

COMUNICATO STAMPA

 

Bonificata dai rifiuti l’area di Croce di Mare

Intervento straordinario di bonifica a Croce di Mare disposto dall’Amministrazione comunale. Con i mezzi ed il personale che si occupa della gestione del comparto rifiuti è stata ripulita l’intera area invasa da erbacce, rifiuti di ogni genera e altro materiale abbandonato da diverso tempo.

“Sono stati necessari tre giorni di lavoro per rimuovere quanto è stato rinvenuto – afferma l’assessore all’ambiente Damiano Maisano – un’area quella di Croce di Mare che era davvero in preda al degrado più assoluto. Abbiamo deciso di attivarsi anche a fronte delle tante segnalazioni perché quest’area è di particolare pregio ambientale e merita di essere tutelata per la presenza di importanti risorse naturali ed ambientali. Senza trascurare che nel periodo estivo assume un ruolo importante perché meta dei bagnanti e di coloro che utilizzano i porticcioli turistici. Adesso è nostra intenzione, trattandosi di area demaniale, avviare una sinergia tra Comune e Autorità portuale per evitare che ci si limiti agli interventi repressivi senza poi operare i dovuti correttivi per far sì che quell’area eviti di trasformarsi in una discarica. Così come è fondamentale – anche per un senso di giustizia sociale – che l’attività di controllo finalizzata ad accertare l’occupazione non autorizzata di aree demaniali marittime ed il rispetto delle normative sulla tutela ambientale, intrapresa prosegua lungo tutta la Panoramica. Auspico la massima collaborazione dei cittadini, attraverso un corretto smaltimento dei rifiuti. Perché quella zona non è una discarica”.

Congratulazioni per il lavoro svolto. Ci auguriamo che l’impegno e la solerzia che hanno visto all’opera gli operatori ecologici possano essere lodati anche in altri punti della nostra città. Ci basta poco per accusare di campanilismo l’assessore, originario della zona di Vaccarella. Quindi, chi deve provvedere a mantenere pulita la città è avvisato: Milazzo non finisce al passaggio a livello. E chi ha il dovere di sorvegliare e denunciare gli abusi e le infrazioni, che lo faccia! Analogamente, che intervengano le forze di Polizia per reprimere illegalità e infrazioni!    

1 Commento

  1. Certo che farlo a settembre mi sembra ipocrita, come il silenzio sulle barche piazzate sotto gli alberi, alcune praticamente da buttare, lasciate in memoria di chissà che cosa. Le docce, funzionanti, meriterebbero uno scarico degno di un paese civile e non come sono adesso, rendendo una poltiglia di fango e schiuma ogni volta che qualcuno si lava dopo il bagno a mare. Piccola domanda: quanto occorre perché il comune mantenga in pianta stabile le spiagge ricadenti nel territorio, senza queste manifestazioni pubblicitarie da fine stagione? Non sarebbe meglio fare pulizia durante l’anno e mantenere un livello di pulizia generale? Se lo fa sempre, devi solo intervenire mantenendo, altrimenti fai pulizia straordinarie, inutili, come le ultime fatte a ponente, dove i cumuli del raccolto son rimasti settimane in bella vista aspettando solo che un cretino potesse darci fuoco. Fortunatamente non è successo, ma non per mancanza di cretini, quelli in città, per fortuna non mancano.

Rispondi