Home / Comunicati / QUESTI PRESIDI MESSINESI DIFENDONO LE TRADIZIONI!
Italpane

QUESTI PRESIDI MESSINESI DIFENDONO LE TRADIZIONI!

FRUTTA MARTORANA

LODEVOLE INIZIATIVA DEI DIRIGENTI SCOLASTICI, FIRMATARI DI UNA RICHIESTA PER TUTELARE LE TRADIZIONI SICILIANE PER LA COMMEMORAZIONE DEI DEFUNTI

Ventisei dirigenti scolastici degli istituti comprensivi e delle scuole superiori della provincia di Messina con l’iniziativa intitolata “In difesa delle tradizioni siciliane. Halloween non è la nostra festa” esprimono il loro disaccordo per l’antica festa di origine anglosassone. Infatti, è poco educativo divulgare una ricorrenza non appartenente ai nostri costumi, mentre la tradizionale e suggestiva commemorazione dei defunti sembra ormai passata in sordina. E proprio per difendere l’identità e le tradizioni siciliane che i sunnominati dirigenti saranno promotori nelle proprie scuole di iniziative progettuali e miranti alla riscoperta delle tradizioni storiche, culturali, religiose e sociali del territorio messinese.

 Il dirigente scolastico
prof. Rosario Abbate

“IN DIFESA DELLE TRADIZIONI SICILIANE – HALLOWEEN NON E’ LA NOSTRA FESTA”

                                                Noi Dirigenti Scolastici                                                                                                       della provincia di Messina, 

VISTA la Legge regionale n. 9 del 31 maggio 2011;
TENUTO CONTO dell’importanza della valorizzazione delle radici culturali, storiche e religiose del nostro territorio;
CONVINTI di come non sia possibile accettare in modo passivo usi e costumi imposti da una cultura estranea alle nostre radici;
CONSCI che il rispetto delle diversità debba poggiare innanzitutto sulla valorizzazione delle proprie tradizioni;

                                                               COMUNICHIAMO

di voler dedicare i giorni precedenti alla commemorazione dei defunti alla riscoperta delle nostre tradizioni.
Ogni singola istituzione, in relazione alle peculiarità dei luoghi, svilupperà proprie iniziative che avranno tutte come comune bandiera lo slogan “In difesa delle tradizioni siciliane – Halloween non è la nostra festa“.
Nel totale rispetto della libertà d’insegnamento si invitano i docenti dell’ambito artistico e letterario ed i docenti di religione a riscoprire le tradizioni storiche, culturali, religiose e sociali del territorio.

I DIRIGENTI SCOLASTICI:

Rosario Abbate (I.I.S. “F. Maurolico”- Messina),

Rinaldo Anastasi (I.C. Tortorici),

Antinori Maria Grazia (I.C. “T. Aversa” – Mistretta),

Maria Larissa Bollaci (I.S. “Sciascia-Fermi” – Sant’Agata Militello),

Francesca Buta (I.I.S. “Borghese-Faranda” – Patti),

Franca Canale (I. C. Novara di Sicilia),

Caterina Celesti (I.C. “Giovanni XXIII” – Messina),

Laura Calabrò (I.T.T.-L.S.S.A. “N. Copernico” – Barcellona P.G.),

Rina Maria Ceraolo (I.C. Castell’Umberto),

Eleonora Corrado (I. C. “B. Genovese” – Barcellona P.G.),

Antonietta Emanuele (I.T.E.T. “G. Tomasi di Lampedusa” – Sant’Agata di Militello),

Cettina Ginebri (I.I.S. “E. Ferrari” – Barcellona P.G.),

Clotilde Graziano (I. C. San Piero Patti),

Grazia Gullotti Scalisi (L. C. “V. Emanuele III” – Patti),

Alma Legrottaglie (I.C. Secondo – Milazzo), nella foto

Marinella Lollo (I. C. “L. Pirandello” – Patti),

Enrica Marano (I. C. Terme Vigliatore),

Venera Munafò (I.C. “Mazzini-Gallo” – Messina),

Giovanna Messina (C.P.I.A. Messina),

Felicia Oliveri (I.C. “U. Foscolo” – Barcellona P. G.),

Maria Ricciardello (I. C. Brolo),

Maria Schirò (I.T.N. “Caio Duilio” – Messina),

Venera Maria Simeone (I.T.I.S. “E. Torricelli”/I.C. “G. Marconi” – Sant’Agata di Militello),

Giusy Scolaro (I.C. “E. Drago” – Messina),

Laura Tringali (I. C. “S. Margherita”- Messina – Vice Presidente ANP Sicilia),

Leon Zingales (I. C. Gioiosa Marea).

da http://www.associazionescuole.it

2 commenti

  1. Grandissima e lodevole iniziativa. Abbiamo svenduto le nostre tradizioni per un piatto di porcherie made in USA. Non è una novità, questo appiattimento culturale è in movimento da una 50na di anni ed adesso, che siamo di mezza età, ci rendiamo conto di quanto sia brutto e deleterio svendersi per delle cose che non ci appartengono. Peccato che queste sensibilizzazioni non vengano rese più articolate e che si mettano in moto solo a babbo morto. Sarebbe interessante creare dei progetti di riscoperta delle tradizioni, rendendole moderne. I ragazzi lo sappiamo, si stufano presto, ma renderli partecipi di tradizioni, diciamocelo, millenarie, potrebbe smuoverli da un’apatia che rischia di diventare routine. Sono disponibile ad appoggiare e proporre progetti in questo senso.

  2. Gentile sig.or Paolo il terzo i.c. di milazzo ha tenuto nel mese di giugno un expo tutto siciliano mediterraneo che ha lasciato tutti a bocca piena , la cui affluenza di persone è stata di oltre mille presenze.
    Genitori , docenti e sponsor hanno proposto ai visitatori un’ampia scelta di piatti della nostra antica tradizione culinaria … piatti per ogni stagione … Prodotti delle nostre filiere!!!

Rispondi