Home / AMBIENTE / “RAM, NESCI I SODDI!”

“RAM, NESCI I SODDI!”

STRISCIONI CONTRO LA RAFFINERIA A MILAZZO E AD ARCHI.

“Ram: nesci i soddi” e “Salute e Lavoro”: il messaggio è coinciso e forte ed è apparso sui muri di Milazzo e ad Archi. Autori degli striscioni? Probabilmente enti ambientalisti che chiedono investimenti per la salute e la sicurezza del lavoro. Gli striscioni sono stati esposti in punti strategici e ben visibili: uno in via Madonna del Boschetto di contrada Parco, dove insiste la Raffineria, un altro ad Archi, un altro ancora sul muro del tiro a segno lungo la riviera di Ponente.

Proprio recentemente erano scesi in piazza, dopo quaranta anni, per protestare, i dipendenti dell’indotto insieme ai Sindacati, in agitazione dopo i limiti alle emissioni imposti dal nuovo Piano regionale per la qualità dell’aria. Il nodo è rappresentato dai nuovi parametri per le emissioni fissati dal Governo Regionale che prevede un nuovo riesame dell’AIA (Autorizzazione Integrata Ambientale), rilasciata qualche mese fa e valida sino al 2030. Secondo l’asssociazione Adasc, il Coordinamento ambientale Milazzo-Valle del Mela, il Comitato dei cittadini contro l’inceneritore del Mela e il Movimento No inceneritori-Valle del Mela, i limiti previsti dal Piano sono quelli più avanzati individuati in uno specifico documento della Comunità Europea (le “BAT Conclusions”) sulle migliori tecnologie disponibili.

 
Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.