Home / Comunicati / RIDUCIAMO LE TARIFFE E LOTTIAMO L’EVASIONE!!!
Italpane

RIDUCIAMO LE TARIFFE E LOTTIAMO L’EVASIONE!!!

MAGLIARDITI E UDCECCO IL COMUNICATO STAMPA DEL GRUPPO CONSILIARE DELL’UDC SICILIA A MILAZZO

Un comunicato stampa del gruppo Consiliare UDC Sicilia, nella persona dei consiglieri comunali di Milazzo Magliarditi, Piraino e Coppolino, a favore dei cittadini. Si tratta di una mozione che il consiglio comunale dovrebbe approvare, affinchè si chieda al Sindaco Formica ed alla Giunta l’impegno di apportare una sostanziale riduzione delle aliquote comunali della TASI 2015 ed IMU 2015 , in contrapposizione all’avvenuto aumento delle tariffe TARI 2015, così da ridurre al minimo necessario l’aumento della tassazione locale nei confronti del cittadino. 
La richiesta dei consiglieri dovrebbe incontrare il favore di tutte le forze politiche, indipendentemente dalla loro appartenenza alla maggioranza o all’opposizione. Se dovessero prevalere logiche numeriche e schieramenti precostituiti, la proposta potrebbe essere bocciata. Ma la scelta di far conoscere ai cittadini, tramite i comunicati stampa ai quali con sempre maggiore frequenza i consiglieri ricorrono è forse la strada giusta per coinvolgere nella discussione e nelle iniziative politiche anche la città di Milazzo. Una eventuale richiesta di ridurre le tariffe, non accolta per i motivi più disparati, potrebbe infatti giocare a favore di chi la richiesta l’ha fatta per tutelare i milazzesi. Parimenti, se la maggioranza consiliare dovesse respingere la mozione, abbastanza semplice, di impegnare Sindaco e Giunta, si accentuerebbe quella divisione in Consiglio che non serve a nessuno. Secondo il nostro parere di osservatori obiettivi, sarebbe opportuno che la proposta venga presa in considerazione dai consiglieri… E magari chiedersi perché le tariffe sono elevate. Verificando poi se c’è una rispondenza tra i ruoli e i residenti! Spesso gli aumenti che sembrano ingiustificati sono frutto dell’evasione. Siamo sicuri che a Milazzo paghino proprio tutti? Ma non occorre dimenticare un’altra cosa, sulla quale noi di TERMINAL, e non solo, siamo intervenuti: gli aumenti apportati tengono conto anche di servizi non resi, e ci risulta che ci sono associazioni che si stanno muovendo per contestare le bollette, appena saranno recapitate, con riferimenti normativi che sembrerebbero inoppugnabili! 

Rispondi