Home / Di tutto un pò / SAN FRANCESCO E IL MULINO LOPRESTI

SAN FRANCESCO E IL MULINO LOPRESTI

MULINO LOPRESTIUNA STORIA RACCONTATA DA UN AMICO CHE PER ANNI HA LAVORATO AL MULINO LOPRESTI…

Caro Direttore,
ti racconto una episodio tramandato da mio nonno a mio padre e da mio padre a me. Mio nonno operaio dei Molini Lopresti fino all’anno della sua morte nel 1948 e mio padre assunto al suo posto nel 1948 a 16 anni fino al 1988. Nel periodo della seconda guerra mondiale, una domenica in cui c’era la processione del Santo Padre, una delegazione di operai si recò dal commendatore Francesco Paolo Lopresti per chiedere di fermare gli impianti per poter partecipare alla processione. La risposta fu perentoria: non mi interessa, continuate a lavorare…

Nel pomeriggio, appena la statua di San Francesco fu fermata davanti al Mulino, l’asse del motore principale si ruppe con la conseguenza che l’impianto restò fermo per una settimana. Nello stesso periodo durante i bombardamenti una bomba si incastrò tra i macchinari del mulino senza esplodere. Il commendator Lopresti toccato da questi episodi acquistò una statua di San Francesco e la pose su un piedistallo di marmo nel salotto adiacente la direzione e da quel momento diede disposizione perenne che il giorno della processione era dedicato alla venerazione del Santo Padre. La statua rimase al suo posto fino al 1997 anno della chiusura dei Molini Lopresti ed a seguito della gentile concessione del curatore fallimentare fu donata dalle maestranze al Santuario di San Francesco.

Ti allego foto 
Franco Impellizzeri ex dipendente Molini Lopresti.

Rispondi