Home / Sport / Si è spenta Annunziata SINDONI ved. Di Toro

Si è spenta Annunziata SINDONI ved. Di Toro

ERA L’ULTIMA DEI SINDONI, quelli di S. Paolino, così come venivano indicati. Il figlio Peppuccio Di Toro, medico, dandomi la notizia perchè la conoscevamo da tantissimo tempo, ha voluto anche farmi sapere che la sua lunga sofferenza era finita. Come per rassicurarmi, in modo che io potessi anche rassicurare mia madre, con cui lui si era incontrato tempo fa e l’aveva messo al corrente delle precarie condizioni di salute.

La sua è stata una sofferenza vissuta con rassegnazione, senza che i suoi cari potessero alleviare le sue pene.

Fin quando è arrivata questa nuova partenza, ed un’altra mamma dei nostri comuni amici, dei compagni di scuola, ci lascia. Abbiamo avuto la gioia di goderceli, questi genitori, ormai avanti negli anni, e questa ennesima separazione ci trova preparati. Anche se non è facile rassegnarsi, accettare che chi ci ha messo al mondo, chi ci ha tenuto in braccio, chi ci ha colmato di affetto e di amore, chi ha tenuto in braccio i nostri figli, magari viziandoli e nascondendo a noi genitori le loro piccole marachelle o le monellerie, da un momento all’altro non è più con noi…

Mi piace ricordarla nel pieno degli anni e delle forze, questa mamma dei nostri amici, sorella di persone care che mi restituiscono anche papà nel pieno della sue forze: a loro lo legava una stima ed un affetto mai venuto meno…

Mi piace ricordarla, una volta cresciuti, affacciata al balcone della sua casa di Palazzo La Nave, a prendere fiato dopo una giornata di impegni domestici; e alzare la testa, salutarla con la mano, un sorriso, e tornare a casa per dirlo a mamma… e tenere in vita quel filo invisibile che voleva dire anche amicizia, al di là delle visite o delle frequentazioni…

E’ stata l’ultima dei Sindoni ad andare via proprio oggi, giorno in cui ricordiamo la nascita a Pietrelcina di Padre Pio.

Era scritto che dovesse raggiungere i suoi cari, il marito, i fratelli, le sorelle, proprio nel giorno di nascita di Padre Pio? Probabilmente sì: probabilmente è stato il premio, la giusta ricompensa per le sue lunghe sofferenze sopportate in silenzio e nella preghiera!

Un abbraccio a Rosalba, a Peppuccio, a Cesare, a Lara, ai nipoti che ha amato tanto… Un abbraccio ad una donna che abbiamo conosciuto ed amato, noi che abbiamo conservato gli insegnamenti dei nostri genitori! 

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.